rotate-mobile
Politica Spoltore

Il Comune di Spoltore confermato ente capofila dell'ambito sociale distrettuale 16

Lo ha reso noto l'amministrazione comunale dopo la decisione presa ieri 2 dicembre dalla conferenza dei sindaci

Confermato capofila dell'ambito sociale distrettuale numero 16 il Comune di Spoltore. La decisione è arrivata a seguito della conferenza dei sindaci che si è tenuta venerdì 2 dicembre come spiega l'amministrazione comunale con l'assessore Nadia Di Giandomenico:

"È stato apprezzato il lavoro del nostro Comune e la capacità degli uffici di fare sintesi tra le esigenze di tutti, specie con la redazione del nuovo piano sociale, con una gestione protesa alle esigenze anche dei comuni più piccoli. Non era scontata questa conferma, in un momento di transizione e incertezza legato alla nascita della Nuova Pescara. È stato riconosciuto il grande impegno e lavoro dei nostri uffici per contrastare la povertà e l'esclusione sociale" sottolinea l'assessore alla politiche sociali Nada Di Giandomenico "e si è deciso di mantenere lo status quo fino alla nascita della Nuova Pescara. Ridefinire la gestione dei servizi sociali è uno dei tanti compiti che andranno svolti prima della fusione con Montesilvano e Pescara, che attualmente gestiscono entrambi i loro ambiti senza Comuni partner e deve certamente essere un motivo in più di riflessione"
 
Gli ambiti distrettuali sono le unità funzionali create in attuazione del piano sociale regionale a fine del nel 2016: gli Ecad hanno preso il posto degli enti di ambito sociale e in quel contesto era stato il Comune di Città Sant'Angelo a svolgere il ruolo di capofila. Nell'ambito n.16 vengono coordinati i piani di zona e i servizi socio-assistenziali per i comuni di Spoltore, Città Sant'Angelo, Cepagatti, Pianella, Moscufo, Cappelle sul Tavo, Elice, Nocciano, Rosciano, Civitaquana, Catignano, Brittoli. Le spese annuali sono pari a circa 1 milione di euro, e fra i servizi offerti abbiamo il supporto al ruolo genitoriale e la mediazione familiare, l'assistenza a minori in disagio sociale e situazioni a rischio, a disabili con servizi per l'integrazione scolastica, ad anziani inseriti in servizi per l'integrazione sociale.

Il sindaco Trulli:

"Spoltore ha saputo lavorare con una progettualità elevata, anche per intercettare i fondi del Pnrr, e con la capacità di raccogliere osservazioni e suggerimenti in arrivo dagli altri comuni. Ringrazio tutte le amministrazioni per il supporto ricevuto in questi anni di lavoro, si è creata una sinergia anche tra il nostro personale che sarà importante non disperdere nel futuro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Spoltore confermato ente capofila dell'ambito sociale distrettuale 16

IlPescara è in caricamento