rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Comune, rendiconto Consuntivo: minoranza "Nessun buco", Alessandrini "Serve responsabilità"

I consiglieri di centrodestra e il sindaco Alessandrini intervengono sulla questione dei presunti conti in rosso del Comune. Testa: "Nessun buco da 35 milioni", Alessandrini: "L'opposizione sia responsabile"

Botta e risposta fra il sindaco Alessandrini ed il centrodestra, in merito alla questione del rendiconto consuntivo per la situazione dei conti del Comune.
Qualche giorno fa, l'amministrazione comunale aveva parlato di un buco da 35 milioni di euro, ma il centrodestra unito e compatto smentisce queste voci: "Gli approfondimenti e chiarimenti forniti dal settore Ragioneria e tributi dimostrano una corrispondenza del consuntivo rispetto alla gestione 2013, evidenziando che le poste messe in bilancio tra i residui attivi sono tutte esigibili per cui vengono superate le criticità che il Collegio dei revisori ha fatto emergere dando un parere non favorevole.
"Nel dettaglio, per i residui attivi di Soget previsti in bilancio sono pari solo a 33,5 milioni rispetto ad un monte complessivo di residui esigibili pari a 36 milioni di euro, posto che tutti i residui non più esigibili sono stati di fatto cancellati quindi non utilizzati per garantire gli equilibri di bilancio.  Per quanto riguarda il credito Aca, la stessa azienda acquedottistica ha confermato che il credito è certo, ed esiste in tal senso anche una sentenza del Tribunale civile di Pescara. Inoltre nel concordato fallimentare presentato dall'Aca i debiti sono stati solo postergati senza alcuna riduzione, quindi il credito va doverosamente portato in bilancio dal Comune tra i residui attivi
". dichaira il capogruppo di NCD Testa a nome di tutta la minoranza, che chiede alla Giunta di prendere atto dei chiarimenti forniti dalla Ragioneria e di trasmettere tutta la documentazione ai consiglieri comunali e al Collegio dei Revisori.

IL SINDACO Ecco le parole di Alessandrini: "Domani approderà in aula il consuntivo 2013. Si tratta di un documento che riepiloga scelte e gestione dei conti pubblici ad opera della precedente amministrazione cittadina. Ereditiamo, come abbiamo più volte sottolineato, anche quando eravamo minoranza, una situazione non facile. E’ indispensabile, per affrontarla, che ognuno faccia la propria parte, sia chi
gestisce ora conti e scelte del Comune di Pescara, che chi ha generato questa situazione e continua a negarla, malgrado sia certificata da più parti in modo chiarissimo
" dichiara il primo cittadino, aggiungendo che fino al 2009 non si era mai verificata una situazione simile con il Comune che per 3 anni aveva ricevuto il parere A+ da Fitch Ratings con parere positivo anche dalla Corte dei Conti. "Dunque, a generare la situazione attuale sono stati altri."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, rendiconto Consuntivo: minoranza "Nessun buco", Alessandrini "Serve responsabilità"

IlPescara è in caricamento