menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comune: presentato il bilancio di previsione per il 2010

Il sindaco Mascia, assieme alla Giunta, ha presentato ieri il bilancio di previsione per il 2010. Un documento contabile pari a 194,608 milioni di euro. Ora verrà esaminato dal Collegio dei Revisori dei conti. Dovrebbe arrivare in consiglio prima di Pasqua

Il sindaco Albore Mascia, assieme agli assessori della sua Giunta, ha presentato ieri il bilancio di previsione per il 2010, il primo della nuova amministrazione comunale di centrodestra, in carica da nove mesi.

Il documento contabile ammonta a circa 194 milioni e 608 mila euro, con un totale previsto di spese correnti pari a 105 milioni di euro circa.

Mascia, nell'illustare il bilancio, ha ribadito che si tratta di uno strumento finanziario "onesto, serio, concreto, trasparente, redatto nel pieno rispetto delle regole e del principio di reale fattibilità". In pratica, il sindaco ha voluto sottolineare la fattibilità del documento, con obiettivi precisi e raggiungibili, molto diverso da un "libro dei sogni".

Le spese d'investimento saranno pari ad 86,7 milioni di euro.

L'ammontare delle spese correnti sale leggermente rispetto al bilancio del 2009, redatto dal centrosinistra, a causa di spese consolidate e della necessità di prevedere alcuni adeguamenti contrattuali.

Per quanto riguarda le singole voci in bilancio, spiccano i 10,2 milioni circa destinati al Sociale, che, come sottolineato dal sindaco, saranno destinati in gran parte a quei 20 mila pescaresi che vivono sotto al soglia di povertà, attraverso servizi, contributi ed iniziative degli assessorati guidati da Cerolini e dalla Panzino. La quota del sociale, ammonta al 13,7% del totale, a dimostrazione, secondo Mascia, dell'impegno dell'attuale amministrazione in questo settore.

Un milione di euro in più anche per Attiva, per il miglioramento del servizio di raccolta dei rifiuti, soprattutto per quanto riguarda la differenziata.

Per quanto riguarda le entrate, Mascia ha sottolineato come non ci saranno aumenti sulle tariffe pagate dai cittadini, in particolare per la Tarsu, l'Irpef e Cosap.

Alla Cultura vanno circa 2 milioni 83 mila euro, allo Sport 2,637 milioni, con un aumento degli investimenti, in questo ultimo settore, pari al 9,45%.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento