rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Spoltore, Marina Febo annuncia: "Non mi candiderò alle prossime elezioni"

La vicepresidente del consiglio comunale fa un passo "di lato": "Si lavori per le larghe intese come ho sempre auspicato, la priorità è la Nuova Pescara per fare grande la nostra città"

Marina Febo non correrà alla carica di sindaco di Spoltore. E' lei stessa ad annunciarlo. La capogruppo del gruppo consiliare InComune, nonché vicepresidente del consiglio comunale, presidente della commissione ambiente per la nascita della Nuova Pescara e vicepresidente della commissione statuto della stessa, fa un passo indietro, anzi “di lato” come dice lei stessa, proprio proprio nell'ottica della sua costituzione. “Un mese fa, a nome del gruppo civico che rappresento ho lanciato una proposta politica per le elezioni comunali, ovvero quella di avviare una fase costituente nuova e di costruire una coalizione di larghe intese, o grosse koalition, per affrontare al meglio la prossima e ultima consiliatura che traghetterà Spoltore verso la Nuova Pescara, come impone una legge regionale – scrive in una nota Febo -. Il tempo ci sta dando ragione. Sul processo di fusione, infatti, le posizioni favorevoli e contrarie sono trasversali ai partiti politici e quello che prevale è l'elemento della 'territorialità'. Nei giorni scorsi ne abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione: da un lato, il Pd provinciale ha rimarcato, ancora una volta, la sua posizione favorevole sulla Nuova Pescara, mentre a Spoltore il Pd locale resta unanimemente contrario; dall’altro lato, il centrodestra provinciale e regionale si è riunito per valutare la proroga al 2027 e nessun amministratore o politico spoltorese di centrodestra è stato interpellato o invitato a partecipare”, aggiunge.

“Ciò dimostra, ancora una volta, che la Nuova Pescara non genera la consueta contrapposizione politica tra partiti, ma la sana e giusta competizione tra territori, tra i Comuni che andranno a comporla, ovvero Spoltore, Pescara e Montesilvano – prosegue Febo -. Dei tre, Spoltore ha il territorio più grande, ma il numero di cittadini minore e quindi una rappresentatività più debole nell’ambito del processo di fusione. Pertanto, il miglior servizio che possiamo rendere alla nostra città per le prossime elezioni, è quello di mettere da parte le differenze che ci dividono e rafforzare al massimo la rappresentatività territoriale, creando una squadra forte, unita e trasversale, cercando di ottenere il risultato migliore possibile, valorizzando al meglio tutte le frazioni ed evitando di relegare il nostro bel territorio a mera periferia della nuova città, rischio che è dietro l'angolo”. “Nel rilanciare nuovamente questa proposta politica, annuncio che non sarò candidata alle prossime elezioni comunali – ribadisce -. Nei dieci lunghi anni di impegno politico in prima linea a Spoltore, ho dato vita a un gruppo civico di cittadini, InComune, che ha una chiara connotazione di centrodestra ispirandosi ai valori del Partito popolare europeo e che sposa in pieno questa visione politica ed è aperto a tutti coloro che vogliono prenderne parte”.

“Ma il mio – tiene a precisare la vicepresidente del consiglio regionale - non è affatto un passo indietro, ma di lato, perché continuerò a guidare il mio gruppo nella prossima consiliatura, mettendo a disposizione la mia esperienza amministrativa e politica. Ho sempre vissuto la politica con spirito di servizio e la mia più grande soddisfazione oggi è aver avvicinato persone nuove della società civile alla cosa pubblica. Ritengo, però, doveroso fare spazio affinché anche loro possano rivestire ruoli in prima linea, prendendo a cuore le sorti del nostro territorio e della nostra comunità, come è stato per me dieci anni fa. Io sarò certamente al loro fianco e a disposizione di tutti i cittadini, come è sempre stato. In questa veste, pertanto, e a nome del gruppo che rappresento InComune, rinnovo a tutti i partiti presenti sul territorio l’invito a valutare la costruzione di una coalizione di larghe intese per valorizzare al meglio Spoltore nella Nuova Pescara e ricordando – conclude - che il nostro obiettivo più importante in questa fase storica non è far grande un partito o un’area politica, ma far grande la nostra amata città, Spoltore, insieme a tutti coloro che l’hanno a cuore”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spoltore, Marina Febo annuncia: "Non mi candiderò alle prossime elezioni"

IlPescara è in caricamento