rotate-mobile
Politica

La commissione pari opportunità si esprime sul caso Marcozzi: "No agli stereotipi sessisti"

La seduta straordinaria è stata convocata in merito alle dichiarazioni del consigliere regionale Testa, che aveva invitato la pentastellata a “godersi la gravidanza e a tornare a svolgere la sua funzione al termine della gestazione”

La commissione pari opportunità si esprime sul caso Marcozzi e dice no agli stereotipi sessisti. La seduta straordinaria è stata convocata in merito alle dichiarazioni del consigliere regionale Testa, che aveva invitato l'esponente pentastellata a “godersi la gravidanza e a tornare a svolgere la sua funzione al termine della gestazione”.

La presidente della commissione, Maria Franca D’Agostino, ha richiamato i rappresentanti della politica a fare maggiore attenzione al linguaggio utilizzato e ad abbassare i toni, riportando il dibattito ad un corretto confronto politico, senza sconfinare in ambiti personali.

Le dichiarazioni di Testa, come lui successivamente ha precisato in una nota inviata alla commissione, “pur non volendo essere offensive, sono tuttavia espressioni che, seppur per taluni apparentemente innocue, possono alimentare stereotipi di un sessismo così detto benevolo, purtroppo ancora troppo radicato nella nostra cultura”.

Questo il commento di Sara Marcozzi: “Il richiamo all'abbassamento dei toni ribadisce la necessità di tenere ogni confronto, anche quelli più aspri, sempre all'interno di argomentazioni puramente politiche, senza toccare in alcun modo la sfera personale come invece fatto dal consigliere Testa. La soluzione, davanti agli attacchi sessisti, non può e non deve essere il silenzio: il nostro dovere è denunciare qualsiasi espressione che meriti di essere stigmatizzata”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La commissione pari opportunità si esprime sul caso Marcozzi: "No agli stereotipi sessisti"

IlPescara è in caricamento