La Commissione Mobilità approva la delibera per la cessione delle piste ciclabili della Provincia al Comune

Il 30 marzo la delibera che prevede la cessione delle piste ciclabili di competenza della Provincia all'ente comunale, arriverà in consiglio comunale

Approvata dalla commissione mobilità la delibera relativa alla cessione delle piste ciclabili di competenza della Provincia al Comune di Pescara. Lo ha fatto sapere il presidente Foschi, aggiungendo che il 30 marzo prossimo la delibera sarà votata dal consiglio comunale ricordando che l'atto ha iniziato il suo iter nel 2017 e per varie vicissitudini era rimasto in stallo e sospeso.

NUOVE PISTE CICLABILI, NEL MIRINO DELLA COMMISSIONE I PROGETTI

Secondo Foschi, però, solleva perplessità sull'atto che scaricherà sull'amministrazione comunale gli oneri di gestione di tratti di pista ciclabile importanti, come la pista che dalla rotonda di via Paolucci-via Gobetti corre fino alla rotonda del ponte Flaiano, il ponte nuovo, percorrendo la golena nord, si sviluppa su area demaniale marittima per una lunghezza di 980 metri lineari, la pista ciclabile che dalla rotonda del ponte Flaiano arriva fino al Ponte delle Libertà e si sviluppa longitudinalmente a via Valle Roveto, su sponda sinistra del fiume Pescara, su un’area demaniale fluviale per una lunghezza di 1.060 metri lineari, la rampa di raccordo della pista ciclabile situata sul lungofiume dei Poeti con il ponte dell’ex tracciato ferroviario e l’uscita su via Orazio.

La quarta pista ciclabile è quella che da via Orazio corre fino al ponte della Libertà, attraverso il raccordo del Ponte Flaiano e si sviluppa in sede propria, su parte di proprietà del demanio fluviale, parte del Comune di Pescara e parte del Consorzio Asi, per una lunghezza di 1.200 metri lineari. Infine il quinto tratto di pista ciclabile è il ponte in acciaio e legno ciclopedonale
di collegamento della sponda sud con la sponda nord del fiume Pescara lungo 172 metri lineari.

Foschi ha poi evidenziato come la manutenzione su alcuni di quei tratti sarà particolarmente costosa, visto lo stato di degrado in cui alcuni tratti si trovano:

Comunque, pur registrando le perplessità condivise sull’opportunità di affidare al Comune di Pescara un tale onere in un momento così caotico e precario, in cui la nostra amministrazione sicuramente si troverà a dover fronteggiare spese straordinarie per l’emergenza sanitaria legata al Covid-19, oggi la Commissione ha ritenuto di approvare la delibera, che ha registrato anche il voto favorevole del Movimento 5 Stelle e l’astensione del Pd. Sicuramente lunedì, in Consiglio comunale, avremo modo di approfondire
ulteriormente la problematica in un dibattito più ampio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Marsilio annuncia: "Proroga di una settimana della zona rossa per l’Abruzzo"

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Carenza di vitamina D: 10 alimenti per integrarla e rafforzare il sistema immunitario

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

Torna su
IlPescara è in caricamento