menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Classifica gradimento sindaci, Alessandrini perde terreno ma resta sopra al 50%

Perde oltre 9 punti percentuali di gradimento il sindaco Alessandrini rispetto al momento dell'elezione nel maggio 2014, ma resta abbondantemente sopra il 50% dei consensi nella graduatoria stilata da Il Sole 24 Ore

Il sindaco Alessandrini perde ancora consensi nella graduatoria di gradimento dei primi cittadini de Il Sole 24 Ore, ma resta ampiamente sopra il 50%.

Rispetto al momento delle elezioni, avvenute nel maggio 2014, il primo cittadino perde oltre il 9% dei consensi ma resta comunque in buona posizione rispetto alla classifica nazionale, con un 25esimo posto al 56, 5%.

Alessandrini fra l'altro è il sindaco più amato d'Abruzzo per quanto riguarda i capoluoghi di provincia.

Lettura dei dati estremamente negativa invece per il centrodestra che sia con NCD che con Forza Italia parla di una bocciatura sonora da parte del primo cittadino pescarese ed un crollo di consensi sensibile.

NCD, con il gruppo consiliare, definisce l'amministrazione Alessandrini "improvvisata ed inconcludente" parlando di dati negativi scontati in quanto il malumore in città sarebbe palpabile fra i cittadini.

Toni duri da Cerolini, coordinatore cittadino di Forza Italia: "In 18 mesi di governo, senza aver dovuto affrontare una sola vera emergenza, Alessandrini ha perso consensi e credibilità e con lui tutta la classe politica della sinistra pescarese. I cittadini lo hanno detto chiaramente: hanno bocciato il suo modo di governare. E purtroppo oggi il quadro è quello di un sindaco che tiene in ostaggio Pescara con unimmobilismo spaventoso, una confusione di idee e di decisioni, a partire dall’ultima questione inerente il traffico, che non lasciano alcuna speranza alla città. Oggi Alessandrini può dare una sola prova di senso di responsabilità: dimettersi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento