Politica Città sant'angelo

Scoperti dal Comune a Città Sant'Angelo diversi "furbetti" del reddito di cittadinanza

Grazie aal lavoro degli uffici dei servizi sociali del Comune di Città Sant’Angelo, sono state scoperte diverse persone che percepivano il reddito di cittadinanza in maniera irregolare

Il Comune di Città Sant'Angelo, grazie al lavoro svolto dai servizi sociali, ha individuato diverse persone angolane che percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. Lo ha fatto sapere l'amministrazione comunale, aggiungendo che i soggetti attraverso alcuni escamotages, erano riusciti ad ottenere il sussidio e sono stati prontamente segnalati alle autorità giudiziarie in quanto hanno presentato dichiarazioni o documenti falsi o attestanti condizioni non vere, con pena da due a sei anni di reclusione.

È prevista, invece, la reclusione da uno a tre anni nei casi in cui si ometta la comunicazione all’ente erogatore delle variazioni di reddito o patrimonio, nonché di altre informazioni dovute e rilevanti ai fini della revoca o della riduzione del beneficio. In entrambi i casi, è prevista la decadenza dal beneficio con efficacia retroattiva e la restituzione di quanto indebitamente percepito. Il rdc, lo ricordiamo, è associato anche ad un percorso di reinserimento sociale e lavorativo con il patto per il lavoro o patto per l'inclusione sociale. Per questo il Comune di Città Sant'Angelo ha avviato 14 progetti di utilità con diversi soggetti percettori che sono stati coinvolti in attività organizzate dall'ente, come la manutenzione del territorio, fino all’accoglienza turistica.

Il sindaco Perazzetti e il vicesindaco Travaglini:

“Siamo contenti del lavoro svolto dagli Uffici Sociali. Purtroppo la cronaca quotidiana è piena di notizie di redditi di cittadinanza assegnati a persone che non rientrano nei parametri per l’ottenimento. Controllare e verificare la reale situazione dei singoli casi, è fondamentale affinché questi aiuti economici vengano attribuiti a persone che ne hanno effettivamente bisogno. Comunque siamo molto soddisfatti del lavoro svolto finora per conto del nostro Comune, dai possessori del Reddito. Si sono messi tutti a disposizione e stanno facendo belle cose.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti dal Comune a Città Sant'Angelo diversi "furbetti" del reddito di cittadinanza

IlPescara è in caricamento