Politica

Città della Musica, scontro fra D'Incecco e Marchegiani

Scoppia la polemica in merito allo stato di abbandono della Città della Musica, struttura non ancora completata per la quale sono già stati spesi diversi milioni di euro. Ad attaccare l'amministrazione Alessandrini è il consigliere di FI D'Incecco

Botta e risposta fra il consigliere d'opposizione D'Incecco di Forza Italia, e l'assessore Marchegiani sullo stato della Città della Musica, struttura mai completata ed aperta per la quale sono giò stati spesi diversi milioni di euro.
D'Incecco nei giorni scorsi ha segnalato diversi furti avvenuti nel cantiere, con i ladri che hanno portato via cavi elettrici ed altro materiale. La scoperta è stata fatta durante un sopralluogo della Commissione Lavori Pubblici.

D'Incecco, ricordando che per ora è stato completato solo il primo lotto di lavori per mancanza di fondi, chiede all'amministrazione comunale e regionale di sapere quale sarà il futuro della struttura, diventata una vera e propria "cattedrale nel deserto".

A replicare è l'assessore Paola Marchegiani: "Ma dov’era il consigliere il 26 febbraio e 14 marzo del 2014, quando avvennero i due furti di cui sembra accorgersi solo ora e il cui danno stimato è pari a 75.000 euro? Perché non si è attivato per risolvere questo problema? Cosa fatto chi era in Giunta all’epoca?
E, infine, come ha contribuito D’Incecco per sanare la situazione di degrado e di incuria in cui la sua Amministrazione aveva lasciato l’ex cementificio?
A dimostrazione dell’intempestività della sua denuncia, comunico alla città che l’assicurazione a inizio anno ha risarcito il Comune a inizio anno per 35.546 euro a fronte di un atto di liquidazione amichevole
" dichiara la Marchegiani, accusando D'Incecco di disinteressamento e disattenzione mostrata da D'Incecco negli anni della giunta di centrodestra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della Musica, scontro fra D'Incecco e Marchegiani

IlPescara è in caricamento