Politica

Chiusura Riello, Marsilio scrive al ministro Giorgetti e chiede un tavolo di confronto

Il presidente della giunta regionale chiede un coinvolgimento del ministero dello Sviluppo Economico per l'annunciata chiusura dello stabilimento di Villanova di Cepagatti

Una lettera inviata al ministro per lo Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, per la questione della chiusura della Riello di Villanova di Cepagatti.
È quella che ha inviato il presidente della giunta regionale abruzzese, Marco Marsilio.

Subito un tavolo al Mise per evitare che i 71 dipendenti della Riello di Cepagatti si trovino, improvvisamente, senza lavoro.

La richiesta formale è quella di accendere i riflettori sulla vertenza. «Una vertenza, quella della Riello che», ricorda Marsilio nella missiva, «nasce dalla volontà dell'azienda di chiudere e delocalizzare in modo "ingiustificato" lo stabilimento pescarese, nonostante non vi sia alcuna crisi in atto».

Al tavolo il presidente chiede che si siedano insieme al ministero, i sindacati, l'azienda e le istituzioni locali e che «in particolare venga compiuto ogni sforzo per individuare soluzioni alternative alla chiusura nell'ottica di salvaguardare gli attuali livelli occupazioni, in considerazione dell'importanza che lo stabilimento produttivo di Villanova di Cepagatti riveste per il territorio. Il mio auspicio è che il Governo faccia sentire tutto il proprio peso nei confronti di questa azienda per far sì che questa possa mantenere un comportamento più rispettoso nei confronti del territorio e delle istituzioni locali e maggiormente aderenti ai principi di responsabilità sociale che devono caratterizzare le relazioni industriali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Riello, Marsilio scrive al ministro Giorgetti e chiede un tavolo di confronto

IlPescara è in caricamento