menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescara ricorda con una cerimonia in piazza Unione l'omicidio del magistrato Emilio Alessandrini [FOTO]

Presenti alla cerimonia anche il figlio Marco, ex sindaco di Pescara, e la vedova Paola

L'amministrazione comunale e la città di Pescara hanno voluto ricordare oggi il magistrato Emilio Alessandrini, ucciso nel 1979 in un attentato. Presenti in piazza Unione, dove si trova il monumento dedicato al magistrato, le massime autorità civili e religiose nel rispetto della normativa Covid. Fra i presenti anche il figlio Marco Alessandrini ex sindaco di Pescara, e la vedova Paola.

Il sindaco Masci ricorda che quel 29 gennaio 1979 il magistrato aveva appena accompagnato il figlio Marco di 8 anni a scuola in via Colletta a Milano, ed un gruppo di fuoco di Prima Linea lo ha atteso al semaforo fra via Umbria e via Tertulliano per ucciderlo con diversi colpi di pistola. Il commando era capeggiato da Sergio Segio e Marco Donat Cattin

Il giornalista Walter Tobagi, destinato a essere ucciso a sua volta il 28 maggio 1980, scrisse il 30 gennaio sul Corriere della Sera che Emilio Alessandrini era il prototipo del magistrato di cui tutti si possono fidare. personaggio-simbolo, rappresentava quella fascia di giudici progressisti ma intransigenti, né falchi chiacchieroni né colombe arrendevoli

Masci ha aggiunto che Alessandrini non era un semplice magistrato, ma un uomo di Stato che lo difendeva dagli attacchi degli anni di piombo, un magistrato che di fatto non è stato protetto come affermò il Presidente della Repubblica Pertini.

Il sacrificio di Emilio Alessandrini contribuì a isolare il terrorismo che voleva rifondare lo Stato con l’energia devastante della violenza sui pilastri del terrore e sul sangue di innocenti. La sua figura, ben oltre il ricordo per noi doveroso, si staglia come baluardo della libertà e della democrazia messe a così dura prova in un periodo che ci ha segnati tutti. Se i nostri valori sono stati protetti e si sono riaffermati come barriera invalicabile della società civile contro ogni delirio di negazione, lo dobbiamo a uomini come lui. E noi abbiamo sempre bisogno di uomini come Emilio Alessandrini

cerimonia emilio alessandrini 2021-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento