rotate-mobile
Politica

Cerimonia per il 2 giugno, Alessandrini: "Oggi più che mai diciamo viva l'Italia"

Dopo l'alzabandiera, gli onori con la deposizione delle corone in memoria di tutti i caduti e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella in piazza Garibaldi, la cerimonia si è spostata nel chiostro di Casa D'Annunzio

Massime autorità civili e militari stamane a Pescara per celebrare la Festa della Repubblica con una cerimonia in piazza Garibaldi. Dopo l'alzabandiera, gli onori con la deposizione delle corone in memoria di tutti i caduti e la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la seconda parte della cerimonia si è svolta nel chiostro di Casa D'Annunzio con la consegna delle Onorificenze da parte del Prefetto di Pescara Gerardina Basilicata.

Presenti, tra gli altri, i presidenti della Regione, Luciano D'Alfonso, della Provincia, Antonio Di Marco, i vertici di tutti i Corpi delle Forze dell'Ordine, il Questore di Pescara Francesco Misiti. Ha fatto gli onori di casa il sindaco Marco Alessandrini.

"Oggi più che mai diciamo, a distanza di 72 anni: "Viva l'Italia repubblicana!" - ha affermato il primo cittadino - Oggi con questa cerimonia abbiamo voluto ricordare cosa è la Repubblica e ci fa piacere condividere questa festa con le varie generazioni di cui si compone la nostra società".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonia per il 2 giugno, Alessandrini: "Oggi più che mai diciamo viva l'Italia"

IlPescara è in caricamento