rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Il centrosinistra attacca la giunta Masci: "Caos e nessuna certezza per l'occupazione del suolo pubblico di bar e ristoranti"

I consiglieri di centrosinistra denunciano la mancanza di regole e di un'ordinanza da parte del Comune di Pescara riguardante l'occupazione di suolo pubblico a meno di 48 ore dalla riapertura di bar e ristoranti

Caos e nessuna certezza dal Comune di Pescara per l'occupazione di suolo pubblico per bar e ristoranti, a meno di 48 ore dalla riapertura dopo il lockdown. I consiglieri comunali di centrosinistra attaccano l'amministrazione comunale Masci in merito alla mancanza di ordinanze e regole dall'ente per i gestori delle attività che potranno riaprire i battenti da lunedì 18 maggio. In molti comuni, infatti, è stata consentita un'occupazione di suolo pubblico più estesa proprio per consentire di adeguarsi alle norme sul distanziamento sociale che limitano, soprattutto all'interno dei locali, il numero di posti a disposizione.

FASE 2, NIENTE TOSAP PER BAR E RISTORANTI

Ma i consiglieri Marinella Sclocco, Stefania Catalano, Giacomo Cuzzi, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli evidenziano come la commissione controllo e garanzia, presieduta dal consigliere Giampietro, non sia riuscita a spronare la giunta Masci a mettere subito in condizione i locali di riaprire con maggiore spazio:

La giunta Masci aveva promesso che l'occupazione aggiuntiva di suolo pubblico, necessaria per garantire spazi vitali per i pubblici esercizi, sarebbe stata automatica, e con spocchia il centrodestra ha anche bocciato la proposta di pedonalizzare per alcune ore al giorno le vie del centro per favorire il distanziamento fra i tavoli. La realtà invece è decisamente più cupa perché la giunta è nel caos, e sta lasciando centinaia di operatori senza alcuna possibilità di ampliare lo spazio.

I consiglieri di centrosinistra poi attaccano la giunta per le indiscrezioni riguardanti l'imposizione della chiusura dei locali in estate in piazza Muzii, nel centro storico e sul lungomare a mezzanotte, parlando di un coprifuoco che farà morire centinaia di imprese pescaresi:

E non dicano, stavolta, che è colpa del governo nazionale perché ogni responsabilità è nel vertice politico del Comune di Pescara".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrosinistra attacca la giunta Masci: "Caos e nessuna certezza per l'occupazione del suolo pubblico di bar e ristoranti"

IlPescara è in caricamento