menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centrosinistra comunale sulle Naiadi: "Impianto abbandonato dalla Regione, pescaresi costretti a farsene carico"

I consiglieri comunali d'opposizione commentano la decisione del consiglio comunale di chiedere la gestione, da parte del Comune di Pescara, dell'impianto sportivo

I cittadini di Pescara si prenderanno carico della gestione delle Naiadi, dopo l'abbandono e l'indifferenza della Regione. I consiglieri comunali di centrosinistra Piero Giampietro, Stefania Catalano, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti, Marinella Sclocco, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli commentano il voto avvenuto nella giornata di ieri, 15 marzo, riguardante la richiesta alla Regione di ottenere, da parte del Comune, la gestione della struttura sportiva chiusa ormai da mesi.

L'ordine del giorno è stato approvato all'unanimità. I consiglieri attaccano la Regione con l'assessore Liris che avrebbe disertato gli incontri e snobbato la questione che invece è cruciale per tutto il territorio pescarese a partire dalla tutela dei lavoratori con un rilancio serio dell'impianto sportivo:

Ora bisogna guardare avanti, acquisire Le Naiadi al patrimonio dei pescaresi sottraendo il centro sportivo alla inerzia ed all'indifferenza della Regione Abruzzo targata centrodestra, e perfezionare l’istruttoria del project financing per il rilancio dell’impianto sportivo che potrà avvenire solo con una gestione manageriale professionale e di alto profilo.

Unità di intenti nell’emergenza, dunque, ma nessuno pensi che i pescaresi dimenticano l’oblio nel quale il centrodestra ha confinato Le Naiadi in questi 48 mesi tanto da costringere l’intero consiglio comunale a prendersi carico della riapertura dell'impianto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento