rotate-mobile
Politica

Il centrosinistra sui cantieri del 2023 presentati da Masci: "Una prova d'arroganza dopo il disastro in viale Marconi"

I consiglieri comunali Giampietro, Catalano, Pagnanelli, Presutti, Di Iacovo, Sclocco e Frattarelli commentano la presentazione avvenuta ieri 21 gennaio all'Aurum delle opere pubbliche previste nel 2023 dalla giunta Masci

Duro affondo dei consiglieri comunali di centrosinistra  Giampietro, Catalano, Pagnanelli, Presutti, Di Iacovo, Sclocco e Frattarelli dopo la presentazione avvenuta ieri 21 gennaio nell'Aurum delle opere pubbliche previste dalla giunta Masci per il 2023. Secondo i consiglieri, si tratta di una prova d'arroganza considerando quanto accaduto con il cantiere in corso in viale Marconi:

"Con la giunta Masci i pescaresi hanno capito che si sentono promettere Parigi per risvegliarsi con il disastro di viale Marconi. Dopo quasi 900 giorni di cantiere, costi lievitati, autisti in rivolta, incidenti aumentati, commercianti inferociti e residenti terrorizzati, la giunta Masci ha il coraggio di annunciare ulteriori lavori su un’arteria distrutta, come se i pescaresi avessero la memoria corta e non avessero già pagato abbastanza per l’incapacità del centrodestra. Ma i cittadini non dimenticano il caos che regna sul cantiere-simbolo della giunta Masci. Il sindaco e i suoi alleati spieghino come metteranno mano anche alle altre strade cittadine, piene di crateri che non si riescono a chiudere perché le poche risorse del bilancio sono fagocitate dal cantiere eterno di viale Marconi. "

I consiglieri poi tornano sulla questione cementificazione dei due parchi in via Fornace Bizzarri e via Santina Campana:

"Spieghino ai pescaresi perché vogliono cementificare, con la scusa di nuove scuole, i parchi di via Fornace Bizzarri e via Santina Campana se non riesce nemmeno a gestire il patrimonio esistente, come dimostrano l’abbandono della Cittadella dell’Infanzia di via Giardino e il degrado della scuola elementare di via Monte Siella chiusa ormai da 4 anni."

Secondo il centrosinistra, il sindaco che si candida a guidare nuovamente la città dopo il fallimento del cantiere in viale Marconi compie una prova d'arroganza che i pescaresi non meritano. Ricordiamo che il primo cittadino ha illustrato tutta una serie di interventi per 153 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il centrosinistra sui cantieri del 2023 presentati da Masci: "Una prova d'arroganza dopo il disastro in viale Marconi"

IlPescara è in caricamento