rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Politica

L'attacco dei consiglieri di centrosinistra: "La giunta Masci vuole scaricare i volontari delle associazioni di protezione civile"

I consiglieri comunali d'opposizione di centrosinistra attaccano l'amministrazione Masci in merito alla delibera per la costituzione di un gruppo comunale di protezione civile gestito direttamente dal sindaco

Duro affondo dei consiglieri comunale di centrosinistra Stefania Catalano, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti e Giovanni Di Iacovo del Pd, e Marinella Sclocco e Mirko Frattarelli della lista civica Sclocco Sindaco all'amministrazione Masci in merito alla delibera proposta in consiglio comunale che punta a creare un gruppo comunale di volontari della protezione civile, alle dirette dipendente del sindaco. Secondo i consiglieri, dopo il Ciattè d'oro e gli elogi ai volontari delle associazioni, ora sono accusati di monopolismo e per loro si prepararebbe il "ben servito".

"Il regolamento, scritto senza ascoltare nessuna delle persone impegnate in questi anni durissimi del Covid, punta a dare il benservito ai volontari grazie ai quali Pescara non avrebbe mai avuto mesi di screening di massa e un centro vaccinale di eccellenzae mette nero su bianco che i volontari delle associazioni saranno chiamati solo quando non basteranno le forze del gruppo comunale scelti direttamente dal palazzo di città. La motivazione ascoltata oggi in aula, e cioè ce va smantellato un monopolio come se il volontariato fosse un privilegio, lascia davvero l’amaro in bocca. Noi siamo favorevoli all’organizzazione di un ulteriore luogo di cittadinanza attiva, ma questo non può essere costituito con la volontà di sostituirsi ai volontari e progressivamente annullare l’esperienza delle tante associazioni alle quali la città e l’amministrazione comunale devono tantissimo, arrivando a dire, come oggi avvenuto in consiglio comunale, che l’esperienza del volontariato di Protezione civile è un monopolio da interrompere."

I consiglieri chiedono di smentire quanto detto oggi in aual dai suoi consiglieri comunali, convocando le associazioni per ascoltarle, e in caso contrario per coerenza ritiri il Ciattè d'Oro consegnato ai volontari nel 2021 per l'emergenza covid. I gruppi di centrosinistra hanno presentato oltre 40 emendamenti alla proposta per convincere l’Amministrazione a rivedere le proprie posizioni. Il dibattito proseguirà domani 7 giugno in consiglio comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attacco dei consiglieri di centrosinistra: "La giunta Masci vuole scaricare i volontari delle associazioni di protezione civile"

IlPescara è in caricamento