Il centrodestra regionale replica all'opposizione: "La nostra politica economica darà slancio al futuro dell'Abruzzo"

I capigruppo Febbo (Forza Italia), Testa (Fratelli d'Italia) e il vicepresidente del consiglio Santangelo fanno il punto della situazione sul fronte degli investimenti per rilanciare l'economia

L'Abruzzo ha avviato una serie di investimenti ed azioni per rilanciare il suo futuro economico, per pensare al presente ma anche e soprattutto al futuro post pandemia. Questa mattina i capigruppo regionali di maggioranza Mauro Febbo (Forza Italia), Guerino Testa (Fratelli d'Italia) e il vicepresidente del consiglio regionale Santangelo hanno replicato alle accuse e critiche arrivate dall'opposizione spiegando le risorse ed i provvedimenti messi in campo negli ultimi mesi e nelle ultime settimane, sottolineando che si tratta di azioni indispensabili.

Febbo in particolare è tornato sulla polemica riguardante il Napoli Calcio, parlando di polemiche ridicole considerando il grande affare in termini di visibilità e marketing fatto con quell'operazione durante l'estate, quando la squadra ha preparato il ritiro in Abruzzo:

Il centrosinistra spara cifre a caso arrivando addirittura a 14 milioni di euro ma è una stupidaggine. L’anima del turismo è la promozione, l’Abruzzo se vuole fare un buon turismo naturalmente deve puntare sulla pubblicità. Abbiamo avuto la fortuna che il Napoli calcio, causa covid, non sia andato in Trentino facendoci cogliere una grande opportunità, un ritorno di immagine enorme in un periodo in cui si registra un calo fisiologico a livello turistico

L'Abruzzo, ricorda Febbo, ha registrato un +15% di turismo quest'anno, sottolineando come tutte le scelte siano state fatte per elevare il livello turistico dell'Abruzzo e sviluppare appieno le sue potenzialità, smentendo le voci che l'operazione "Napoli" sia stata fatta fuori bilancio, ma con una normale e semplice variazione di bilancio. L'ex assessore ha poi ricordato gli 800 mila euro stanziati in queste ore per l'aeroporto per puntare a nuove rotte ed i fonti per i fotografi colpiti dall'emergenza Coronavirus.

Testa, di Fratelli d'Italia, ha ricordato lo stanziamento di 50 milioni di euro a fondo perduto per le imprese, la più grande manovra finanziaria abruzzese dal 1970 ad oggi.

La maggioranza ha cercato, sin dall’inizio, con grande concretezza e conoscenza approfondita delle problematiche e delle esigenze del territorio regionale, di mettere a disposizione degli abruzzesi più risorse economiche possibili, sia nel Cura Abruzzo 1 sia nel Cura Abruzzo 2 e stiamo proseguendo su questo percorso, come da nostro dovere, con l’obiettivo di sostenere al massimo soprattutto le categorie maggiormente in sofferenza. In questa ottica, la giornata di ieri rappresenta un’altra tappa importante e costruttiva”

Il capogruppo ha poi sottolineato come le polemiche con le opposizioni non interessano alla maggioranza, soprattutto in questo periodo che occorrono concretezza ed unità per affrontare il periodo drammatico in cui ci troviamo. Il vicepresidente Santangelo infine, sulla questione dei ritardi, ricorda che la Regione non può andare in deroga sulle procedure burocratiche, e su ogni istruttoria a fondi perduto ci sono dei tempi tecnici.

Ieri abbiamo rifinanziato tutte le misure per l’accesso al credito delle imprese con ulteriori 6 milioni di euro. Non abbiamo dimenticato le fasce più deboli: 190 mila euro per i centri diurni e consentirgli di rimanere aperti in questo periodo di emergenza. Con un emendamento da me proposto abbiamo finanziato, con 200 mila euro, l’equo canone per gli inquilini delle case Ater dell’Aquila

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

Torna su
IlPescara è in caricamento