Politica

L'appello del centrodestra: "Ora basta, il sindaco Alessandrini si dimetta"

Il rimpasto di giunta, con la probabile uscita di scena dell'assessore Civitarese per lasciar entrare Teodoro, oltre all'avvicendamento fra Di Pietro e Di Carlo, agita la maggioranza. Il capogruppo di Forza Italia, Antonelli: "La città è senza governo, venga il commissario"

Il rimpasto della giunta Alessandrini a Pescara, con la probabile uscita di scena, dopo undici mesi, dell'assessore Stefano Matteucci Civitarese per lasciare entrare Gianni Teodoro, oltre all'avvicendamento fra Laura Di Pietro e la consigliera Simona Di Carlo, agita la maggioranza e vede le critiche forti del centrodestra che ieri mattina, per bocca del capogruppo di Forza Italia Marcello Antonelli, è arrivato a chiedere le dimissioni del primo cittadino e l'arrivo del Commissario prima delle elezioni.

"Siamo critici, ma soprattutto preoccupati per la città - spiega Antonelli - che è completamente paralizzata e senza governo e con un sindaco inesistente che ha passato l'estate a gingillarsi attorno a questo rimpasto che ormai assume i contorni del ridicolo, con le decisioni ultime che sembrerebbero vedere fuori l'assessore Civitarese, quello che avrebbe dovuto rilanciare la fase due dell'Amministrazione comunale. Gli viene dato il benservito e non si capisce bene per quali ragioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello del centrodestra: "Ora basta, il sindaco Alessandrini si dimetta"

IlPescara è in caricamento