rotate-mobile
Politica

La lista Sclocco attacca il centrodestra: "Basta strumentalizzazioni sulla figura di D'Annunzio"

I consiglieri Frattarelli e Sclocco commentano l'approvazione della mozione della Lega per cambiare l'intestazione della cartellonistica con la scritta “Pescara città di Gabriele D’Annunzio”

Stop alle strumentalizzazioni della figura di Gabriele D'Annunzio da parte del centrodestra. I consiglieri comunale della lista "Sclocco sindaco" Frattarelli e Sclocco attaccano la maggioranza dopo l'approvazione della mozione votata questa mattina e presentata dalla Lega, per chiedere al sindaco di cambiare la cartellonistica cittadina con la scritta “Pescara città di Gabriele D’Annunzio”.
Secondo i consiglieri di centrosinistra, il tema ormai è diventato divisivo a causa del comportamento del centrodestra che strumentalizzerebbe la figura del Vate:

È noto che il Vate sia nato in questa città, e questo è già patrimonio di tutti. Utilizzare i pochi spicci che il comune possiede in questo momento per riscrivere la cartellonistica è come minimo pleonastico. Pescara ha già onorato e omaggiato abbondantemente la figura di D’Annunzio. Pensiamo al liceo Classico, la biblioteca provinciale, la Pineta, via D’Annunzio, il Teatro, il conservatorio e l’università. Insomma, Pescara non è solo D’Annunzio, ma anche Flaiano e tanti altri.

I consiglieri infine chiedono alla Lega e alla maggioranza di concentrarsi su temi più importanti come quello di aiutare la città a superare questo momento drammatico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lista Sclocco attacca il centrodestra: "Basta strumentalizzazioni sulla figura di D'Annunzio"

IlPescara è in caricamento