rotate-mobile
Politica

I dati del Centro antiviolenza Ananke: aumentano del 2% i contatti, spesso sono donne di fasce sociali medio alte

Lanciata la campagna #365giorninoallaviolenza contro la violenza sulle donne del Comune di Pescara, con una serie di iniziative in collaborazione con il Centro antiviolenza Ananke

Il Comune, assieme al Centro antiviolenza Ananke, ha dato il via alla campagna di sensibilizzazione #365giorninoallaviolenza in occasione della giornata mondiale per l'eliminazione della violenza sulle donne fissata per il 25 novembre, rendendo noti anche i dati relativi agli accessi e interventi sociali da parte del centro antiviolenza sul territorio.

L'hashtag #365giorninoallaviolenza è stato ideato al fine di rafforzare la comunicazione contro i maltrattamenti di genere femminile e maschile e per sensibilizzare la cittadinanza attraverso una campagna mirata a stimolare il dialogo e il confronto sul tema della violenza di genere e sulla sua prevenzione. Molti, infatti, gli eventi previsti nelle prossime settimane come l'iniziativa in piazza Sacro Cuore dalle 9 alle 13 di giovedì 25 novembre denominata Per troppe donne la violenza è ancora pane quotidiano", lo spettacolo teatrale "L'altra Opzione" tratto dal romanzo "Donne che parlano" di Miriam Toews e dal libero adattamento teatrale di Patrizia di Fulvio, a cura della compagnia L'Arte del Teatro allo Spazio Matta sabato 27 novembre alle 21. In un incontro aperto al pubblico, racconterà la sua drammatica esperienza la scrittrice Valetina Mira presentando il libro "X", edito da Fandango, nella serata di venerdì 3 dicembre, alle ore 19.15, presso la sede dell'associazione Ad Hoc Onlus, in via Caboto 65 a Pescara. Sabato 4 dicembre alle 21 all'auditorium Cerulli Casa delle Arti in via Verrotti 42 a Pescara ci sarà infine Neri Marcorè a chiudere la rassegna con la serata evento dedicata alle donne "Io non ci sto più", a cura di Interno8.

I dati del Centro Ananke indicano nell'ultimo anno un aumento dei contatti del 2% e un calo della prosecuzione del percorso d'uscita dovuto alla pandemia per donne che hanno voglia di indipendenza economica ed emotiva: dai dati emerge la trasversalità del fenomeno che si configura come endemico. Le donne provengono molto spesso da fasce sociali medio-alte, dove il silenzio e l'omertà sono più opprimenti. mentre i progetti attivi attualmente sul territorio comunale per combattere la violenza di genere sono Sfera promosso dall'associazione Ananke Onlus e finanziato con il bndo per le Periferie che prevede una serie di laboratori dedicati alle donne ed ai bambini e il centro Ascolto per maltrattanti di Pescara in breve Itinere, gestito dall'Associazione Centro di Ascolto per uomini maltrattanti di Ferrara aperto a coloro che intendono avviare un percorso di rieducazione e risocializzazione dopo essere stati protagonisti attivi di violenze sulle donne.

L'assessore Adelchi Sulpizio ha commentato:

Con questa campagna,- dichiara l'Assessore alle Politiche Sociali Adelchi Sulpizio - ho fortemente voluto ribadire, a nome dell'Amministrazione comunale, il concetto che la Giornata mondiale per l'eliminazione della violenza contro le donne non si celebra solo il 25 novembre. La presenza delle istituzioni è costante tutti i giorni, con numerose iniziative e progetti, sviluppati soprattutto grazie ai dati che Ananke raccoglie ogni anno e che fanno emergere i reali bisogni delle donne vittime di violenza. Questo ci può consentire, in collaborazione con la rete antiviolenza, di elaborare progetti sempre più calzanti e adatti per queste necessità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I dati del Centro antiviolenza Ananke: aumentano del 2% i contatti, spesso sono donne di fasce sociali medio alte

IlPescara è in caricamento