Pescara avrà il suo centro Alzheimer nell'ex scuola Villa Fabio da giugno 2021

Ad annunciarlo è Ivo Petrelli, presidente della commissione comunale Ambiente che dice come il centro sarà «un vero Polo d’eccellenza sullo studio e il trattamento della demenza»

Il centro Alzheimer sarà realizzato a Pescara dal mese di giugno del 2021 nei locali dell'ex scuola di Villa Fabio.
Ad annunciarlo è Ivo Petrelli, presidente della commissione comunale Ambiente che dice come il centro sarà «un vero Polo d’eccellenza sullo studio e il trattamento della demenza».

«La decisione», fa sapere Petrelli, «è stata definitivamente cristallizzata con la delibera 313 approvata lo scorso 17 luglio dalla giunta comunale, portando dunque a compimento un impegno iniziato nel giugno 2019 e sul quale molto abbiamo lavorato con il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri e il sindaco Carlo Masci, e che oggi è stato sottoposto anche all’attenzione del nuovo manager della Asl, Ciamponi, il quale ha dato anche il suo via libera all’iniziativa».

Questo quanto aggiunge Petrelli: «Sotto il profilo delle professionalità sanitarie, Pescara è già un’eccellenza nel trattamento e nella cura delle varie forme di demenza, con un’associazione costituita sul territorio che supporta le attività intraprese dalla nostra azienda sanitaria. Quello che purtroppo manca è una sede specifica, una struttura dedicata che possa accogliere al meglio le necessità di pazienti di grande fragilità, spesso ancora in età giovanile, che pure possono essere colpiti da varie forme patologiche, e il cui peso oggi si riversa interamente sui nuclei familiari. Pazienti che invece necessitano di cure continue, molto variegate, utili se non a far regredire la malattia, almeno a rallentarne gli effetti invalidanti. La scelta è caduta subito sul fabbricato dell’ex scuola di Villa Fabio, dismessa da anni, e poi impiegato dall’amministrazione precedente come il cosiddetto ‘Spaz’, un centro sociale. A quel punto, ferma restando la volontà comunque di individuare una sede alternativa per lo Spaz, abbiamo validato l’opportunità di destinare al Centro Alzheimer l’edificio, che peraltro detiene anche spazi esterni adeguati, particolarmente utili in periodo di Covid, sia per le attività degli ospiti-pazienti, sia per la disponibilità di un parcheggio protetto, fruibile dalle famiglie che accompagnano i propri congiunti e che dunque necessitano di muoversi in uno spazio sicuro». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

Torna su
IlPescara è in caricamento