rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Politica

Il Comune interverrà su 91 nodi stradali per ridurre gli incidenti: fra le cause monopattini, mancanza di segnaletica e distrazioni

Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità e sicurezza al termine della seduta odierna durante la quale si è fatto il punto sugli incidenti stradali e le cause principali

Il Comune interverrà su 91 nodi stradali dove migliorare la viabilità e aumentare la sicurezza, al fine di ridurre gli incidenti stradali che, in base alle direttive europee, dovranno essere dimezzati entro il 2030 con un taglio del 20% per ogni anno e del 30% per gli incidenti che coinvolgono pedoni. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione mobilità e sicurezza Armando Foschi, al termine della seduta odierna dove si è discusso del piano di sicurezza stradale redatto dagli uffici comunali, alla presenza degli architetti Chimisso e Fracassi. Foschi ha evidenziato come il piano segue quello di mobilitò sostenibile, del traffico urbano e il bicicplan, con un'analisi puntuale e precisa delle criticità che causano gli incidenti in città.

"E il primo dato emerso ci dice che a Pescara la maggior parte degli incidenti stradali, quasi tutti determinati dalla distrazione, si verifica nella fascia oraria compresa tra le 13 e le 14, ovvero nel picco orario coincidente con l’uscita dalle scuole. Gli incidenti mortali fortunatamente all’interno della città restano molto contenuti, mentre la carenza della segnaletica stradale e le cattive condizioni di manutenzione delle arterie restano due delle prime cause di scontro tra mezzi, e su tale punto già sappiamo che per il rifacimento dei 390 chilometri di strade occorrerebbe prevedere in bilancio almeno una spesa pari a 2milioni di euro l’anno, ovvero 1milione 300mila per la manutenzione ordinaria, che comprende anche il miglioramento della pubblica illuminazione e la potatura delle piante che possono potenzialmente oscurare i cartelli; 700mila euro per la sostituzione della cartellonistica usurata dal tempo e per aggiungere la segnaletica orizzontale nei casi di assenza."

Nascerà anche una task foce che lavorerà sulle segnalazioni in tempo reale dei piccoli interventi di manutenzione da eseguire, come riparare una buca, sistemare strisce pedonali e cartelli divelti. Tra le cause maggiori ci sono l’alta velocità, la distrazione alla guida, la segnaletica carente e le condizioni strutturali delle strade, ovvero l’eventuale presenza di buche, di asfalto disconnesso, dei
marciapiedi danneggiati .Per questo, sono state individuate le 91 arterie e nodi stradali dove intervenire per eliminare le maggiori criticità.

"Resta una criticità la disciplina delle rotatorie. Intanto il piano si sviluppa su vari livelli, il primo detta le strategie, le azioni e le misure; quindi si passa all’eliminazione delle incongruenze o delle deficienze funzionali nelle sedi stradali, quindi buche e segnaletica. Intanto una delle prime emergenze che oggi spicca è quella dei monopattini, con un’elevata incidenza di sinistri da parte di coloro che sono alle prime armi, un problema che va affrontato a tutela dei cittadini. Ora attendiamo il completamento del documento che andrà in consiglio comunale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune interverrà su 91 nodi stradali per ridurre gli incidenti: fra le cause monopattini, mancanza di segnaletica e distrazioni

IlPescara è in caricamento