rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Castiglione sui tagli alla sanità abruzzese : "Sono necessari"

L'assessore regionale allo sviluppo economico Castiglione interviene sulla difficile situazione dei conti pubblici, in particolare quelli della sanità. Per il politico, sono necessari i tagli ai reparti ed alle strutture sanitarie abruzzesi

Interviene l'assessore regionale allo sviluppo economicio Alfredo Castiglione sulla difficile situazione dei conti pubblici abruzzesi.

In particolare, l'intervento riguarda la sanità pubblica, in grave deficit negli ultimi anni, che ha costretto il commissario Redigolo ad aumentare i ticket sui farmaci per i cittadini, oltre alla temporanea chiusura e sospensione di diversi reparti negli ospedali abruzzesi, in particolare quello di Popoli ed Atri.

"Chiuderemo ogni reparto inutile, faremo un'opera di ristrutturazione a tutta la sanità pubblica e privata abruzzese, in modo da avere bilanci in attivo e soprattuto rispondere alle esigenze reali dei cittadini. Gli errori degli scorsi anni saranno riparati" ha dichiarato l'esponente del Pdl abruzzese.

Ma Castiglione è intervenuto anche sull'intera economia abruzzese: "Tutto il sistema produttivo abruzzese necessita di una ristrutturazione radicale, bisogna fare delle scelte che puntino a valorizzare le capacità e peculiarità industriali ed economiche d'Abruzzo. L'idea è quella di scogliere i consorzi industriali per valorizzare la filiera" ha proseguito l'assessore.

Infine, Castiglione vorrebbe istituire una grande finanziaria della Regione, già disponibile in tutte le altre regioni italiane.

Nei giorni scorsi, il PD aveva chiesto ai vertici regionali chiarezza e trasparenza sul destino degli Ospedali di Popoli ed Atri, oltre alla situazione delicata di Villa Pini. In un esposto al commissario Redigolo, in particolare l'opposizione chiedeva garanzie per tutti i pazienti abruzzesi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castiglione sui tagli alla sanità abruzzese : "Sono necessari"

IlPescara è in caricamento