Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Casapound Pescara: striscioni per ricordare Emil Cioran

I membri di Casapoud Pescara nella notte hanno riempito l'intera città con striscioni e gigantografie per rendere omaggio a Emil Cioran in occasione del centenario della sua nascita

Durante la notte i militanti di Casapound Pescara hanno tappezzato la città con striscioni e gigantografie per rendere omaggio a Emil Cioran, nel giorno del centenario della sua nascita. “Ciò che non è straziante è superfluo. Chiunque non sia morto giovane merita di morire”, e altre citazioni di Emil Cioran sono state affisse insieme a gigantografie del “Nietzsche dei Carpazi”.

In questo modo hanno voluto ricordare Emil Cioran, nato in Romania l’8 aprile 1911. Non un vero filosofo, né un vero scrittore, né un vero saggista,
Cioran è stato un “ maestro del dubbio” e tutta la sua vita una “cura del dubbio”. Forse è proprio per questo che prima delle stampe di
Adelphi ( anni ’80-’90) Cioran è stato totalmente ignorato dall’editoria italiana, specchio di un Paese democraticamente dogmatico, per circa trent'anni.

 “Abbiamo voluto sbattere davanti agli occhi di una città dormiente alcuni tra gli aforismi sconvolgenti di Cioran - commenta Mirko Iacomelli, responsabile provinciale di CPI Pescara - che al di là dell’innegabile pessimismo cosmico sono paradossalmente pieni di vita: la vita eroica accettata nella sua tragicità.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casapound Pescara: striscioni per ricordare Emil Cioran

IlPescara è in caricamento