Politica

Casapound conclude la bonifica del parco fluviale: "Chiediamo risposte definitive"

Il responsabile provinciale Mirko Iacomelli: "Non è stato facile portare a termine questo lavoro contando sulle nostre sole forze, ma abbiamo tenuto fede al nostro giuramento. Un lavoro sufficiente a ridonare un po' dello splendore originale all'area"

Si è conclusa la bonifica del parco fluviale, iniziata una settimana fa grazie all'intervento di CasaPound Italia, Associazione di Promozione Sociale motivata dall'intento di "restituire l'area abbandonata dalle istituzioni ai cittadini".

"Non è stato facile portare a termine questo lavoro contando sulle nostre sole forze - afferma in una nota Mirko Iacomelli, responsabile provinciale di CasaPound - ma abbiamo tenuto fede al nostro giuramento. Nonostante alcuni pareri contrari all'intromissione di CasaPound nel discorso parco fluviale, abbiamo terminato in sole due giornate la riqualificazione dello spazio. Certamente un lavoro non professionale, visti i mezzi casalinghi a nostra disposizione, ma sufficiente a ridonare un po' dello splendore originale all'area".

"Chiediamo nuovamente delle risposte definitive in merito al futuro del parco fluviale - termina la nota - poiché le istituzioni competenti ne detengono la responsabilità, nonostante l'attivismo dimostrato da CasaPound Pescara possa far sembrare il contrario".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casapound conclude la bonifica del parco fluviale: "Chiediamo risposte definitive"

IlPescara è in caricamento