rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Politica

Caro-bollette, l'assessore Seccia replica al M5s: "Sciacallaggio politico, entro fine anno 45mila euro per sostenere le famiglie"

Dopo l'accusa rivolta alla giunta Masci sulle priorità date alle esigenze dei cittadini, l'assessore al bilancio fa il punto sugli stanziamenti

“Sconcerta per la totale infondatezza la posizione del Movimento Cinque stelle in Consiglio comunale, nell’ambito della discussione sulla variazione al bilancio, rispetto alle risorse destinate al Fondo per la povertà”. Con queste parole l'assessore comunale Eugenio Seccia replica al Movimento 5 stelle che annunciando di voler chiedere l'istituzione ad hoc per chi ha gli Isee più bassi, di un fondo per fronteggiare il caro-bollette, aveva accusato la maggioranza di avere altre priorità. Per questa emergenza fa sapere accusando i pentastellati di “sciacallaggio politico” ci saranno 45mila euro a disposizione fa sapere ripercorrendo il dettaglio degli stanziamenti fatti.

“Nel 2022 sul Piano di intervento sociale che comprende anche il Cos e il Piano freddo sono stati impegnati 248 mila euro e sul capitolo vi sono però ulteriori 50 mila inseriti nel fondo povertà per pagare, sempre nell’ambito del predetto Piano freddo l’accoglienza in albergo ai beneficiari del Reddito di cittadinanza – afferma Seccia -. In seguito alle variazioni di bilancio sono stati assegnati altri 57 mila euro di cui 12 mila andranno a confluire nel Piano freddo 2022-2023 e 45 mila sono destinati al pagamento utenze entro la fine dell’anno”.

“Gli interventi a oggi effettuati nel corso dell’anno 2022 – prosegue l'assessore comunale al bilancio - sono stati circa 630 a beneficio di 450 persone o nuclei familiari. Aggiungerei, per aiutare nella comprensione il M5s che brilla in ogni circostanza per mancata conoscenza dei fatti, che in seguito alla variazione di bilancio è stato data nuova linfa anche al circuito alimentare della città di Pescara proprio in vista del periodo festivo, aiutando quindi Banco alimentare, mensa di San Francesco e Caritas. Va sottolineato come nel computo delle risorse da investire in questo ambito non è stata ancora prevista la quota finanziaria che spetterà alla città di Pescara nell’ambito del fondo nazionale da 500 milioni di euro inserito nella manovra di bilancio e finalizzato a sostenere lo strumento della Carta risparmio spesa. Questa misura è infatti rivolta alle famiglie a basso reddito e cioè fino a 15mila euro con la modalità dei buoni-spesa”.

“Questa ennesima infelice uscita del M5s - incalza Seccia - rappresenta un vero e proprio atto di sciacallaggio in quanto le somme in più che abbiamo iscritto nel documento contabile, rispetto al mese in corso, sono eccedenti se guardiamo al trend di utilizzo”. Infine la sferzata anche sulle priorità contro cui i pentastellati si sono scagliati definendo quella degli asfalti l'unica della giunta Masci. “invito i consiglieri del M5s a mettersi d’accordo con se stessi. I fondi che abbiamo destinato con l’assessore Sulpizio al Piano degli asfalti rappresentano la risposta a esigenze chiare della città, come ci chiedono da tempo i cittadini. Evidentemente tra i banchi dei Cinque stelle, oltre alle pratiche di sciacallaggio alle quali sono convinto non crede più nessuno, domina anche la 'memoria corta'. Oggi infatti, dopo continui e colorati teatrini in aula sul tema delle 'buche' del fondo stradale di diverse vie cittadine, ci vengono a dire che la manutenzione e l’illuminazione pubblica non sono più una priorità. Vorrei capire da che parte stanno – conclude -. Certamente non da quella dei pescaresi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro-bollette, l'assessore Seccia replica al M5s: "Sciacallaggio politico, entro fine anno 45mila euro per sostenere le famiglie"

IlPescara è in caricamento