rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Doppio capodanno pescarese, l’affondo di Cerolini: “Una spesa amorale”

Duro comunicato del coordinatore di Forza Italia, che attacca l’amministrazione comunale per la scelta di destinare “quasi 200mila euro per tre ore di musica”, ricordando che è stata proprio la giunta Alessandrini “a dichiarare lo stato di predissesto”

“Spendere quasi 200mila euro per tre ore di musica a Capodanno è semplicemente amorale, ancor più se quella spesa la compie un’amministrazione comunale di sinistra che ha dichiarato lo stato di predissesto e che si accinge, ancora una volta, ad aumentare la Tassa sui rifiuti imponendo l’ennesimo salasso a tutti i cittadini. Ritengo assurdo, inaccettabile, ingiustificabile, una scelta politica di cui non vediamo ritorni economici: ci piacerebbe sapere quanti sono gli utenti di fuori regione che, a oggi, hanno prenotato posti letto o ristoranti per il Capodanno a Pescara proprio per assistere ai due eventi. Ci piacerebbe sapere se si tratta del solito turismo mordi-e-fuggi o per quante notti e giorni tali utenti si fermeranno in città. Il conto è tristemente presto fatto: parliamo di una percentuale che sfiora lo zero per cento. La verità è che ci troviamo per l’ennesima volta dinanzi al solito spot promozionale pre-elettorale che verrà pagato con i soldi dei pescaresi e che è semplicemente vergognoso”.

Lo ha detto il Coordinatore cittadino di Forza Italia Guido Cerolini, commentando le ultime autopromozioni del Comune per fine anno. Si parla di 121mila euro solo per l’evento del 31 dicembre con Vinicio Capossela, “foss’anche avesse resuscitato Michael Jackson ed Elvis Presley insieme”, ironizza Cerolini, aggiungendo che per il concerto del primo gennaio con Ermal Meta “ancora non è stato possibile conoscere i dettagli economici”.

“Parliamo di somme che in cinque anni di amministrazione il centro-destra non si è mai neanche sognato di spendere pur garantendo cinque edizioni di Capodanno in piazza di elevato livello artistico. La prima impressione è che la giunta Alessandrini stia sparando le ultime cartucce prima di prepararsi a dire addio al governo della città e di fatto questo potrebbe essere l’ultimo Capodanno politico di un sindaco per il quale il Governatore D’Alfonso ha già preparato le valige per gennaio 2019”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doppio capodanno pescarese, l’affondo di Cerolini: “Una spesa amorale”

IlPescara è in caricamento