rotate-mobile
Politica Loreto aprutino

Cabina E-distribuzione a Loreto Aprutino: la Regione chiede la delocalizzazione e pensa al vincolo delle aree di pregio

Avanzate le istanze alla società fa sapere il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri dopo il secondo incontro avuto con l'amministrazione: sì allo sviluppo, ma anche alla tutela delle aree dove si producono eccellenze enograstronomiche riconosciute

Delocalizzazione e individuazione di aree da sottoporre a vincolo “per impedire la trasformazione di vigneti, uliveti e campi oggi dedicati alle produzioni di pregio come il Tondino, in distese di pannelli fotovoltaici”.

Queste le istanze che la Regione, spiega il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri, ha avanzato nel secondo incontro tenutosi riguardo la realizzazione della nuova cabina primaria E-distribuzione che ha sollevato non poche polemiche tra amministratori e agricoltori a Loreto Aprutino.

L'obiettivo è quello di far sì che si costruisca in un luogo diverso rispetto alla zona industriale di Re Martello della statale 51 e dunque lontano dalle abitazioni e dai campi coltivati. Nel ribadire la vicinanza agli amministratori, Sospiri spiega che le istanze “sono state trasmesse alla società dal dirigente Pierpaolo Pescara”.

“È vero che abbiamo l’obiettivo 2030 previsto dalla comunità europea per lo sviluppo delle forme di energia alternativa, ma è altrettanto vero che tale sviluppo deve avvenire nel rispetto e nella tutela dell’ambiente e della storia di un territorio”, sottolinea parlando dell'esito del secondo vertice cui hanno preso parte anche il dirigente Dario Ciamponi, il consigliere regionale Leonardo D’Addazio, il sindaco di Loreto Aprutino Renato Mariotti, il presidente del Consorzio Patto di Fiume Antonio Zaffiri, il presidente del Consiglio comunale Massimo Pica, l’assessore all’agricoltura Antonella Di Tonno e del consigliere comunale di opposizione Antonello Delle Monache.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

“Siamo tutti consapevoli del valore strategico dell’intervento – sottolinea ancora il presidente del consiglio regionale - che rientra nel piano più generale della transizione energetica a favore della elettrificazione dei consumi a discapito dell’utilizzo delle energie fossili in difesa della sostenibilità, finalizzato anche a garantire una maggiore stabilità della rete sostenendo la sua resilienza in un’area che ha valori inferiori rispetto alle zone circostanti. Tuttavia - ribadisce - quella stessa iniziativa merita una riflessione approfondita perché non possiamo dimenticare che le colline di Loreto Aprutino ospitano ben sei cantine di pregio, dunque vigneti, e accanto oliveti, che non intendiamo far trasformare in campi fotovoltaici, comunque favoriti dalla presenza di una ‘porta’ di rifornimento come una Cabina primaria di distribuzione”.

“Dunque, dopo un’attenta disamina della situazione la Regione Abruzzo affiancherà l’amministrazione comunale nel chiedere innanzitutto a E-distribuzione la delocalizzazione della cabina primaria e nel merito il Comune ha già individuato un sito alternativo all’interno dell’area industriale in località Re Martello, sufficientemente lontana dalle abitazioni, dunque un’area che non arreca alcun disagio. In secondo luogo – dice ancora - la Regione adotterà delle misure di tutela delle colture di pregio tipiche delle colline loretesi, oggi dedicate alle vigne, agli uliveti e alla coltivazione del Tondino, ovvero valuteremo la possibilità di individuare delle specifiche aree da vincolare per evitare che quelle stesse superfici vengano invase da pannelli fotovoltaici che andrebbero a stravolgere il nostro orizzonte”.

“Ad esempio – sottolinea - potremmo pensare a vincolare i terreni compresi tra il letto del fiume e fino a 150 metri di distanza, dove la produzione del Tondino o la presenza di vigneti è più importante. Saranno ovviamente gli uffici a dover effettuare uno studio per puntualizzare le aree più strategiche sotto il profilo della produzione locale – conclude Sospiri – fermo restando la necessità di sostenere comunque le azioni di sviluppo dell’utilizzo di forme di energia alternativa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cabina E-distribuzione a Loreto Aprutino: la Regione chiede la delocalizzazione e pensa al vincolo delle aree di pregio

IlPescara è in caricamento