rotate-mobile
Politica Colli

Un bus navetta che colleghi i colli al mare, la proposta del consigliere Di Pasquale

Il consigliere comunale di Forza Italia ha lanciato la proposta nel corso dell'odierna commissione consiliare di Pescara

L'istituzione di un bus navetta per il mare che colleghi direttamente il quartiere Colli con il lungomare, sia nord che sud.
È la proposta che lancia il consigliere comunale Alessio Di Pasquale di Forza Italia.

La proposta è stata lanciata nel corso della riunione della commissione creata per esaminare le nuove fermate e il capolinea per il ripristino del servizio che, dice Di Pasquale, «permetterà ai cittadini di raggiungere in modo comodo, a bordo di un autobus, il proprio stabilimento sul litorale sud o nord risparmiandosi mille giri alla ricerca di un parcheggio introvabile. L’obiettivo è quello di agevolare e prestare attenzione anche a chi abita nella parte alta della città, e che magari non è automunito o che comunque potrebbe evitare di prendere la propria vettura per raggiungere il litorale, lasciando magari il mezzo privato nel maxi-parcheggio di via di Sotto, antistante il centro commerciale Conad, e spostandosi esclusivamente con il mezzo pubblico, generando un risparmio non indifferente anche in termini di inquinamento atmosferico».

«L’ufficio mobilità ha oggi ufficializzato il ripristino dei bus navetta diretti verso il mare», spiegato Di Pasquale, «prevedendo due mezzi, il primo partendo da piazza Sacro Cuore, andrebbe a coprire tutta la riviera nord, sino al confine con Montesilvano; il secondo partendo dall’antistadio coprirebbe tutto il litorale sud sino al confine con Francavilla al Mare. Il principio è molto semplice: vista la carenza di posti auto sul litorale, dove peraltro da quest’anno è stata istituita anche la sosta a pagamento, l’utente dovrebbe raggiungere con la propria vettura le grandi aree dei cosiddetti parcheggi di scambio, ovvero l’area di risulta a nord e l’antistadio a sud, quindi lasciare l’auto e salire sul bus navetta, una soluzione comoda, a basso costo e adatta anche alle famiglie, assicurando passaggi continui del bus. Personalmente ho però chiesto agli uffici di compiere un ulteriore sforzo, anche economico, per coprire meglio la zona dei Colli, ovvero: sulla base delle scelte sin qui operate, un residente della zona Colli comunque deve prendere il mezzo privato per andare in spiaggia, affrontare il traffico e raggiungere Pescara sud o, al meglio, le aree di risulta, a quel punto è più facile che lo stesso utente non si fermi nel parcheggio di scambio, ma piuttosto provi a cercare da solo un posto auto lungo il litorale o nelle traverse antistanti il lungomare, con il risultato di appesantire la viabilità nel lungo e lento giro alla ricerca disperata di un parcheggio. L’idea veramente innovativa sarebbe invece quella di incentivare l’utilizzo del terzo grande parcheggio di scambio della città, quello realizzato dinanzi al centro commerciale Conad, in via Di Sotto, e far partire un terzo bus navetta da quella zona. In questo modo tutti gli utenti provenienti dalla zona Colli, uno dei quartieri più popolosi della città, potrebbero utilizzare la propria auto veramente per percorrere pochissimi metri, per poi avvalersi di un comodo bus per la giornata al mare in tranquillità. Gli uffici comunali si sono riservati la possibilità di verificare la fattibilità della proposta, e anche i suoi costi, che determinerebbero un aumento dei chilometri di percorrenza dei bus, ma personalmente ritengo che l’appetibilità dell’iniziativa andrebbe a compensare la spesa, visto che tantissimi utenti della spiaggia arrivano proprio dalla zona dei Colli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un bus navetta che colleghi i colli al mare, la proposta del consigliere Di Pasquale

IlPescara è in caricamento