Politica

Niente botti e petardi a Pescara: scattano i divieti con l'ordinanza del sindaco Masci

L'ordinanza sindacale scatterà dalla mezzanotte del 29 dicembre fino al 7 gennaio e prevede multe fino a 500 euro per i trasgressori

Scatta anche a Pescara il divieto di esplosione di botti e fuochi pirotecnici senza licenza ed autorizzazione. Il sindaco Masci ha firmato l'ordinanza che prevede dalla mezzanotte del 29 dicembre alle ore 7 del 7 gennaio 2020, il divieto di effettuare:

  • lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico in luogo pubblico o di uso pubblico, e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico
  • di utilizzare fuochi pirotecnici, non posti in libera vendita, nei luoghi privati, senza la licenza di cui all'art. 57 Tulps
  • di utilizzare  giochi pirotecnici, anche posti in libera vendita, nei luoghi privati senza rispettare le istruzioni per l'uso stabilite sulle etichette, e le prescrizioni di cui al D.L. 58/2010

Le multe per i trasgressori vanno dai 25 ai 500 euro ed il sindaco raccomanda a tutti i cittadini che hanno finestre, balconi, terrazze e vedute lungo la pubblica via, di controllare e limitare l'uso dei fuochi regolarmente autorizzati e di libera vendita, per evitare possibili rischi ed incidenti, oltre a raccomandare ai proprietari di animali domestici di attivarsi per limitare il disagio recato dall'esplosione dei fuochi.

PIGNOLI CHIEDE LO STOP AI BOTTI DI CAPODANNO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente botti e petardi a Pescara: scattano i divieti con l'ordinanza del sindaco Masci

IlPescara è in caricamento