Bonifica delle aree esterne alla Solvay, M5S: "Ennesima figuraccia delle istituzioni"

Dopo i chiarimenti del Ministero dell'Ambiente sul Sin di Bussi, la capogruppo regionale Sara Marcozzi attacca il governatore Marsilio, l'assessore regionale Campitelli e il sindaco di Bussi Lagatta

Sara Marcozzi 

Sulla bonifica delle aree esterne alla Solvay, il M5S parla di "ennesima figuraccia delle istituzioni". Dopo i chiarimenti del Ministero dell'Ambiente sul Sin di Bussi, la capogruppo regionale Sara Marcozzi attacca il governatore Marsilio, l'assessore regionale Campitelli e il sindaco di Bussi Lagatta:

“È per me incomprensibile - afferma - vedere come questi politici, con responsabilità di governo territoriale, insistano a sposare un progetto lacunoso e incompleto. Una bagarre portata avanti con quotidiani attacchi al Ministero dell'Ambiente, costretto a rispondere al sindaco di Bussi ricostruendo la vicenda carte alla mano, e confermando ciò che anche noi abbiamo ribadito la settimana scorsa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Marcozzi, infine, sostiene che “se è vero che tutti vogliamo arrivare alla bonifica dell'area il prima possibile, è anche vero che l'iter progettuale deve seguire pedissequamente tutte le normative vigenti, proprio per evitare che si commettano errori che causerebbero altri ritardi infiniti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo si toglie la vita, tragedia nel Pescarese

  • È morto Tonino Renzitti, il tabaccaio di piazza Salotto

  • Marsilio firma l'ordinanza sui protocolli di sicurezza per la fase 2, ecco le regole per il mare

  • Fase 2, vecchie abitudini: scoppia una rissa nella zona di piazza Muzii [FOTO]

  • Dal 25 maggio i medici di famiglia e pediatri potranno visionare direttamente i referti dei tamponi

  • Coronavirus, l'Abruzzo piange altre 4 vittime: erano tutte di Pescara e provincia

Torna su
IlPescara è in caricamento