menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Blocco Studentesco di Pescara ricorda la nascita di Gabriele D'Annunzio

Il responsabile locale Casasanta: "Vogliamo celebrare D'Annunzio anche per ricordare ai giovani che il Blocco Studentesco combatte con lo stesso ardore che ha contraddistinto il Vate stesso"

Il Blocco Studentesco di Pescara ha voluto ricordare stanotte la nascita di Gabriele D'Annunzio esponendo uno striscione con la scritta "D'Annunzio poeta armato d'Italia". Ecco cosa   afferma Matteo Casasanta, responsabile locale del movimento: "Riprendendo lo stesso spirito dannunziano, il Blocco Studentesco vuole risvegliare l'animo votato all'azione della gioventù pescarese, riscoprendo proprio come D'Annunzio il disperato amore per l'Italia". E ancora:

"Vogliamo celebrare Gabriele D'Annunzio non solo per i natali pescaresi e la sua vita che fu una vera e propria opera d'arte, ma anche per ricordare ai giovani che oltre a chi sfregia i murales del Vate, come accaduto tempo fa, c'è una realtà come quella del Blocco Studentesco sempre pronta a combattere e osare al fianco degli studenti nelle piazze, nelle scuole, con lo stesso ardore che ha contraddistinto il Vate stesso".

Infine Casasanta spiega che "con l'azione di oggi invitiamo la gioventù tutta a riscoprire le sue radici e la sua eredità spirituale, citando il Vate: giovani di Pescara e d'Italia, il futuro è vostro e lo dovete costruire con le vostre mani per il bene delle generazioni a venire. Nulla è impossibile!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento