Domenica, 25 Luglio 2021
Politica

L'allarme del consigliere regionale Blasioli: "Ultraottantenni non deambulanti a rischio vaccinazione nel Pescarese"

Il consigliere regionale del Pd evidenzia come, a causa della mancata attivazione della Asl di Pescara, molti ultraottantenni non deambulanti non hanno ancora ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid

Gli ultraottantenni non deamublanti del Pescarese rischiano di non essere vaccinati o di ricevere le dosi con ulteriore ritardo. L'allarme è stato lanciato dal consigliere regionale del Pd Blasioli che ha scritto all'assessore regionale Verì, al direttore generale Asl Ciamponi e ai direttori dell'Uoc di organizzazione e cure territoriali per evidenziare come molti anziani appartenenti a questa categoria, a metà aprile, non abbiamo ancora ricevuto la prima dose di vaccino nonostante siano fra le categorie prioritarie già dal mese di gennaio, e la non deamulazione non può essere considerata un'eccezione ma una condizione di ulteriore priorità e fragilità.

È necessario ed urgente che la ASL si attivi immediatamente per consentire la copertura vaccinale dei pazienti non deambulanti o allettati, perché la graduale riapertura agli spostamenti, nelle prossime settimane, può comportare un grave rischio di contagio con i loro famigliari conviventi.

Problemi, evidenzia Blasioli, anche per la consegna dei vaccini ai medici di base che sarebbero stati abbandonati a se stessi, costretti a sbrigare le pratiche burocratiche senza poter lavorare agevolmente sul territorio, oltre ad una confusa e contrastante comunicazione sulle disponibilità delle dosi vaccinali.

Non è tollerabile che ai medici di famiglia venga comunicata dal servizio competente della Asl la disponibilità unicamente delle dosi Astrazeneca e ai loro pazienti, chiamati alla vaccinazione attraverso altri canali, siano state somministrate dosi di Pfizer.

Le difficoltà organizzative e comunicative di Regione e  Asl non possono ripercuotersi sui medici di medicina generale, in prima linea sin dall’inizio di questa emergenza sanitaria e sempre al fianco dei loro pazienti, minando la loro credibilità e deteriorando il rapporto fiduciario con i loro assistiti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme del consigliere regionale Blasioli: "Ultraottantenni non deambulanti a rischio vaccinazione nel Pescarese"

IlPescara è in caricamento