rotate-mobile
Politica

Blasioli (Pd): "potenziare Popoli e Penne per decongestionare il pronto soccorso di Pescara"

Il consigliere regionale presente al consiglio straordinario convocato dal centrosinistra: "La voglia di mettersi in gioco c'è, si apra un confronto franco sulla riorganizzazione"

“Va bene che la Regione autorizzi i medici stranieri, ma c'è da fare molto di più per il pronto soccorso e si può fare molto di più in termini di organizzazione. Oggi abbiamo parlato di Obi (osservazione breve intensiva), emergenza e bad manager: tutte buone pratiche organizzative che si utilizzano in tanti pronto soccorso. Si potrebbe fare anche qui. C'è la volontà di mettersi in gioco e bisogna ringraziare i medici che con le oss e il personale hanno tenuto il fronte. Chiediamo che da oggi, con queste proposte, con una discussione franca, si apra una nuova organizzazione senza sperare troppo nei fondi del pnrr e del decreto ministeriale 71, perché se non vengono attrezzati adeguatamente i pronto soccorso di Popoli e Penne non si può sperare che le persone vadano nelle Case di Comunità”.

Così il consigliere regionale Pd Antonio Blasioli a margine del consiglio comunale straordinario chiesto dal centrosinistra per affrontare le problematicità che si riscontrano a Pescara, a cominciare dal sovraffollamento. Le proposte avanzate dai vertici Asl presenti all'incontro, per lui, sono un punto di partenza per riorganizzare il presidio sebbene prioritario resti intervenire sulla rete territoriale per dare servizi tali da decongestionare il presidio pescarese.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blasioli (Pd): "potenziare Popoli e Penne per decongestionare il pronto soccorso di Pescara"

IlPescara è in caricamento