rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Biglietteria del Terminal bus, Armando Foschi all’attacco: “E’ una giungla”

Duro comunicato stampa dell'esponente dell'associazione culturale ‘Pescara Mi piace’ sulla condizione in cui versa la biglietteria del Terminal bus posta sulle aree di risulta della città, in pieno centro

“Sarà l’Ufficio Patrimonio del Comune di Pescara, con il dirigente Gaetano Silverii, a dover far luce, in tempi brevissimi, sulla ‘giungla’ gestionale della biglietteria del Terminal bus posta sulle aree di risulta della città, in pieno centro. Una struttura oggi lasciata alla completa anarchia, dove non ci sono bagni per gli utenti, né sedie per l’attesa dei pullman, e dove aprono e chiudono agenzie di viaggio senza alcuna regola né disciplina. E a farne le spese sono gli utenti-viaggiatori che, fatto il biglietto, devono attendere anche un’ora accampati sui marciapiedi esterni, d’estate e d’inverno, sotto il sole che picchia o la pioggia battente”.

Lo ha denunciato Armando Foschi, membro dell’Associazione ‘Pescara Mi piace’, che ha portato la problematica, segnalata da utenti e operatori della zona, all’esame della Commissione Vigilanza, Controllo e Garanzia.

“La gestione di quel manufatto sembra essere coperta dal segreto di Stato: impossibile sapere chi abbia realmente diritto di operare all’interno della struttura, chi stabilisca le regole all’interno e chi sia il titolare effettivo dei vari box. Ora abbiamo consegnato tutte le informazioni in nostro possesso al neo-dirigente al Patrimonio Silverii affinchè venga fatta piena chiarezza, e in tempi rapidi, su una vicenda che presenta troppi lati oscuri”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietteria del Terminal bus, Armando Foschi all’attacco: “E’ una giungla”

IlPescara è in caricamento