Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Arrivano i bidoni per la raccolta differenziata di ultima generazione per i balneatori: avranno microchip e targa

Lo ha fatto sapere il presidente della commissione ambiente Petrelli, aggiungendo che ogni bidone avrà un microchip e una targa personalizzata per conoscere esattamente il flusso di pattume di ogni attività

Distribuiti agli stabilimenti balneari di Pescara bidoni di ultima generazione per la raccolta differenziata, in vista della stagione estiva appena iniziata. Lo ha fatto sapere il presidente della commissione Ambiente Petrelli, aggiungendo che si tratta di 726 bidoni di Ambiente Spa con targa personalizzata e microchip, con l'obiettivo di conoscere esattamente qualità e quantità di pattume conferito da ogni attività e dunque risalire a chi viola le regole per eventualmente sanzionarlo.

“Lo scorso primo giugno sono ufficialmente entrate in vigore le nuove regole per disciplinare il conferimento e la raccolta dei rifiuti su tutta la riviera di Pescara sino a fine stagione balneare, ossia sino al 30 settembre. Tra le novità si è partiti con l’obbligo di allestimento di un’isola ecologica all’interno di ciascuna singola concessione demaniale dove ogni balneatore deve posizionare i propri rifiuti, raccolti in modo differenziato, area accessibile agli operatori di Ambiente che effettuano la raccolta ogni giorno tra le 2 e le 8, una volta al giorno, con la possibilità di prevedere ulteriori passaggi a fronte di emergenze o esigenze specifiche da verificare. "

Ogni genere di rifiuto dovrà essere differenziato e conferito in giorni diversi in base al calendario già distribuito, utilizzando i contenitori in distribuzione. usando le isole ecologiche allestite dagli operatori di Ambiente Spa assieme ai balneatori stessi.

“Il primo effetto di tale organizzazione è quello di aver fatto sparire dal lungomare tutti i bidoni dei rifiuti, riservando il marciapiede alla classica passeggiata, e soprattutto eliminando il problema dei cattivi odori o delle strisce di percolato sulle piastrelle prodotte dal trascinamento delle buste sino ai cassoni. Sarà poi fondamentale il rispetto della sincronia tra il balneatore che deve conferire il pattume di notte nell’area di pertinenza interna alla
concessione e Ambiente che effettua il ritiro tra le 2 e le 8, compresa la raccolta delle alghe che
avviene senza imbustare il materiale. "

A breve verrà distribuita anche la "Carta dei Servizi" un vademecum utile per ricordare sempre le regole da rispettare, e fra 20 giorni si avranno i primi dati di tracciamento sul pattume, per capire i flussi derivanti da ogni singola attività e il rispetto delle regole:

"Non solo: per alleviare gli oneri a carico degli imprenditori del mare, da quest’anno tutti i balneatori che fanno ristorazione potranno gettare gli scarti alimentari della cucina con i rifiuti urbani, dunque è stata eliminata, almeno per ora, un’incombenza pratica ed economica. Per metà luglio avremo il primo report circa lo svolgimento del servizio dedicato al lungomare, con l’individuazione dei punti di forza o di debolezza che dovranno essere segnalati
anche dalle Associazioni di categoria”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano i bidoni per la raccolta differenziata di ultima generazione per i balneatori: avranno microchip e targa

IlPescara è in caricamento