rotate-mobile
Politica

La commissione consiliare regionale dice sì all'intitolazione della biblioteca dell'ospedale ad Adelchi De Collibus

Lo ha fatto sapere il consigliere regionale Antonio Blasioli. Ora si lavora ad una onoreficenza pubblica anche per Roberto Falone

Questa mattina 12 luglio la commissione consiliare “Salute, sicurezza sociale, cultura, formazione e lavoro” ha approvato la risoluzione da me presentata ai fini dell’intitolazione della biblioteca dell’Ospedale Civile “S. Spirito” di Pescara ad Adelchi De Collibus, punto di riferimento per la cultura cittadina scomparso ad ottobre 2021 all'età di 77 anni dopo una lunga malattia. Lo ha fatto sapere il consigliere regionale Antonio Blasioli, del Pd, che parla di grande soddisfazione per l'approvazione della proposta ringraziando la commissione stessa e il presidente Quaglieri:

"Si tratta di un riconoscimento doveroso ad una personalità illuminata che ha rappresentato per la città un importante riferimento culturale. Sindacalista della Cgil fino al 2003, poi assessore alla cultura del Comune di Pescara nella prima giunta D’Alfonso, ha stimolato e sostenuto negli anni svariate iniziative culturali soprattutto in favore delle nuove generazioni, quali ad esempio il Fla (Festival di Libri e Altre cose) che dal 2002 anima la città adriatica. Negli ultimi tempi la malattia non gli ha impedito di proseguire la propria azione al servizio della collettività. De Collibus ha infatti prestato servizio di volontariato proprio nella biblioteca del nosocomio pescarese che d’ora in poi porterà il suo nome ed è gestita dall’associazione Form-Art che si propone mediante la lettura di alleviare il malessere e la solitudine dei degenti"

Inoltre, aggiunge Blasioli, ora è il momento di pensare anche ad altri concittadini che ci hanno lasciato e che sono stati un punto di riferimento per la città:

"Tra questi Roberto Falone, deceduto a seguito di ictus poco più di un anno fa, anche lui instancabile operatore culturale, direttore artistico del teatro Madonna del Rosario di via Cavour, promotore di eventi di solidarietà e organizzatore degli appuntamenti estivi ai Gesuiti. Nei prossimi giorni avvieremo una raccolta firme diretta al comitato dei saggi allo scopo di conferirgli in occasione della festa del Santo Patrono (San Cetteo) il Delfino o il Ciattè d’Oro. Stiamo ultimando la preparazione dei moduli che, preciso, non avranno simboli partitici al fine di consentire alla cittadinanza, al di là dell’orientamento politico, di proporre la consegna dell’onorificenza pubblica e dimostrare tutto l’affetto ad un pescarese che si è sempre distinto per il suo impegno."

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La commissione consiliare regionale dice sì all'intitolazione della biblioteca dell'ospedale ad Adelchi De Collibus

IlPescara è in caricamento