rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica Spoltore

Pubblicato dal Comune di Spoltore il bando per i contributi del progetto "Vita indipendente"

L'avviso per i contributi è valido per i cittadini residenti a Brittoli, Cappelle Sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Rosciano

Pubblicato dal Comune di Spoltore l'avviso per i contributi destinati al progetto "Vita indipendente". Lo ha fatto sapere l'assessore Roberta Rullo aggiungendo che sono interessati tutti i residenti nell'ambito distrettuale sociale n.16 "Metropolitano" che ha come capofila Spoltore e comprende Brittoli, Cappelle Sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città Sant’Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Rosciano.

Le domanda vanno inviate entro il 31 gennaio 2022 per il progetto, spiega l'assessore, che vede Spoltore come capofila e punta ad aiutare persone svantaggiate. Tutta la documentazone è disponibile sul sito ufficiale dell'ente www.comune.spoltore.pe.it oppure in uno degli uffici di segretariato sociale dei comuni compresi nell'ecad 16.

La domanda di "Progetto di Vita Indipendente", annualità 2022, può essere presentata al Comune di Spoltore, all'ufficio protocollo del Comune di residenza oppure tramite pc all'indirizzo protocollo@pec.comune.spoltore.pe.it.

"L'obiettivo è favorire l'assistenza personale autogestita, perché permette di vivere a casa propria e organizzare la vita come fanno le persone senza disabilità: consente inoltre alle famiglie di essere più libere da obblighi assistenziali. Gli interventi per la "vita indipendente" riguardano esclusivamente persone di età superiore ai 18 anni e gravi situazioni di disabilità, come individuati dalle norme dedicate. In concreto il progetto consente di scegliere autonomamente un assistente personale, che può essere anche un familiare, regolarizzando il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali. È possibile poi scegliere anche altri aiuti, dal trasporto all'inserimento lavorativo."

Coloro che intendono ricevere il contributo dovranno compilare la modulistica e allegare i certificati sullo stato di salute, un piano economico generale di spesa, attestazione Isee socio sanitario in corso di validità o dichiarazione sostitutiva unica con indice di situazione economica equivalente al massimo di 20 mila euro. Sono ammesse al finanziamento spese per la retribuzione dell'assistente, il versamento dei contributi previdenziali e assicurativi, eventuali spese di vitto e alloggio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicato dal Comune di Spoltore il bando per i contributi del progetto "Vita indipendente"

IlPescara è in caricamento