rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Bando per le Periferie, M5S al contrattacco: "Dal PD solo menzogne"

Duro attacco da parte di Erika Alessandrini ed Enrica Sabatini al PD ed in particolare al segretario cittadino Di Pietrantonio sulla questione della cancellazione dei fondi del bando delle periferie

Duro attacco del M5S tramite le consigliere comunali Erika Alessandrini ed Enrica Sabatini, al PD ed in particolare al segretario cittadino Di Pietrantonio, in merito alla cancellazione del bando delle periferie. Di Pietratonio infatti aveva mostrato un volantino in cui si accusava il Governo Conte di aver tolto i 18 milioni di euro di fondi per i progetti approvati per le periferie alla città di Pescara ed agli altri comuni aventi diritto.

BANDO PERIFERIE, CUZZI E ALESSANDRINI : "IL GOVERNO SNOBBA I COMUNI"

Secondo il M5S, invece, il problema sarebbe sorto proprio a causa dell'incostituzionalità del decredo sulle periferie del Governo Gentiloni, con l'emendamento criticato da Di Pietrantonio che è stato votato anche dallo stesso D'Alfonso in Senato.

"Dopo un'interlocuzione con l'Anci, nei prossimi giorni, il Governo Conte ha preso l’impegno di emanare un decreto in cui i fondi stabiliti per i progetti verranno stanziati nell’arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei Comuni. Il segretario del PD, e con lui anche il Sindaco Marco Alessandrini, spieghino alla città cosa hanno fatto di concreto in questi 4 anni per le periferie di Pescara, prima di alzare l’indice contro chi semplicemente rispetta la Legge"

Sabatini ed Alessandrini accusano poi il PD di aver messo in ginocchio la città e la Regione, con il Comune che ha speso fondi ingenti per la realizzazione del mercatino etnico e il piano da 12 milioni che affiderà in gestione per 20 anni l'area di risulta in mano ad un privato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando per le Periferie, M5S al contrattacco: "Dal PD solo menzogne"

IlPescara è in caricamento