rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Il Comune pubblica un bando da 50 mila euro per eventi e iniziative sociali durante il periodo natalizio nelle periferie

Lo ha fatto sapere l'assessore comunale Nicoletta Di Nisio e gli eventi da organizzare riguarderanno il periodo fra il 1 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022 nei quartieri della città

Pubblicato dal Comune, in particolare dall'assessorato alle politiche sociali, un bando per la realizzazione di eventi ed iniziative a sfondo sociale e culturale per il periodo natalizio a Pescara. Lo ha fatto sapere l'assessore comunale Nicoletta Di Nisio, illustrando i dettagli del contributo complessivo pari a 50 mila euro che punta ad intercettare enti pubblici, associazioni, fondazioni, istituzioni di carattere privato, legalmente riconosciute, cooperative sociali a mutualità prevalente, associazioni non riconosciute, comitati e altri enti del terzo settore che svolgono attività, senza scopo di lucro, a favore dei residenti nel Comune di Pescara, nel settore socio culturale, dell’assistenza e della sicurezza sociale che intendono svolgere un intervento in luoghi non centrali della città.

L’ammontare del contributo non potrà superare l’80% dell’importo complessivo del piano finanziario dell’iniziativa; costituisce condizione per beneficiare del contributo l'iscrizione nell'albo comunale delle forme associative, in almeno una delle consulte di settore (Sociale, ambiente, cultura e sport), previsto dal “Regolamento per i rapporti con gli Enti del Terzo Settore”, precisando che la domanda di iscrizione di soggetti eventualmente non iscritti, può essere perfezionata entro la data di scadenza prevista dal bando per la presentazione delle domande di contributi. Inoltre non bisogna aver ricevuto compensi per collaborazioni con il Comune di Pescara.

L'assessore ha spiegato che l'obiettivo è realizzare diverse iniziative aggreganti e ricreativi coinvolgendo bambini ed adulti nei quartieri della periferia di Pescara:

"L’aver pubblicato un bando in cui dichiariamo che le domande devono essere fatte per ottenere contributi per iniziative nei quartieri e non in luoghi centrali della città, intende essere una riconferma di quanto, in modo sperimentale, sin dal Natale 2019, ovvero appena insediata, abbiamo realizzato nei nostri quartieri. Ricordo quanto fatto nel quartiere Fontanelle, in via Lago di Capestrano, in via Rubicone e nello slargo retrostante il santuario della Madonna dei Sette Dolori, in via Carlo Alberto della Chiesa e in piazza Unione, Si sono alternati artisti di strada, street band, animazione e intrattenimenti di vario genere: dalla magia ai giochi d’ombra ai giocolieri. Il tutto con, naturalmente, Babbo Natale e l’accensione del tradizionale albero. Abbiamo anche l’anno scorso nel 2020, fatto qualcosa ma molto ridotto e senza riuscire a essere presenti in tutti i quartieri a causa del Covid. Quest’anno, sempre con il rispetto delle regole imposte dalla pandemia, cercheremo di essere nuovamente presenti con l’obiettivo di coinvolgere più luoghi. Il Natale è una festa e lo deve essere per tutti i nostri cittadini. Sia se vivono o frequentano il centro della nostra città sia se vivono in luoghi non centrali. Anche con questo progetto stiamo dimostrando come quando affermo che non lasciamo indietro nessuno, poi alle parole seguono sempre i fatti”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune pubblica un bando da 50 mila euro per eventi e iniziative sociali durante il periodo natalizio nelle periferie

IlPescara è in caricamento