rotate-mobile
Politica

Al via i nuovi bandi della Regione per i ristori covid ai B&b e agli operatori della montagna

Lo ha reso noto l'assessore regionale Daniele D'Amario aggiungendo che la dotazione finanziaria per i contributo a fondo perduto è pari a 1,4 milioni di euro

Nuovi ristori per alcune categorie economiche colpite dalla pandemia da Covid. Lo ha reso noto l'assessore regionale Daniele D'Amario, annunciando due bandi pubblicato dal Dipartimento sviluppo economico - turismo della Regione Abruzzo per una dotazione finanziaria pari a 1,4 milioni di euro con contributo a fondo perduto per maestri e scuole di sci, operatori che noleggiano attrezzature sciistiche, guide alpine e titolari di B&b non professionali.

Nello specifico il primo avviso, quello rivolto a maestri, scuole e noli di sci e ad operatori turistici dello stesso settore, ha una dotazione finanziaria di 400 mila euro e prevede la concessione di contributi a tutti coloro ai quali l'ammontare dei ricavi relativi alla stagione sciistica 2019-2020, limitatamente ai mesi di marzo ed aprile 2020, sia diminuito di almeno un terzo rispetto ai medesimi mesi della stagione sciistica 2018-2019. Il secondo bando, invece, la somma a disposizione è di un milione di euro e si richiede un calo di fatturato pari o superiore al 30% nel periodo aprile 2020 - marzo 2021. L'assessore ha aggiunto:

"Con i due avvisi andiamo ad intervenire su un settore del turismo particolarmente colpito dalla pandemia. In particolare, l'avviso che interessa gli operatori dello sci intende indennizzare quella categoria di professionisti che per prima ha subito la paralisi dell'attività dovuta al lockdown totale di marzo e aprile 2020, quando la stagione era appena partita e gli operatori avevano approntato tutti i servizi necessari. Per i titolari di B&B non professionali si è invece scelto una finestra temporale legata alla riduzione di ricavi più ampia proprio perché la contrazione della domanda turistica ha interessato tutto l'anno.

Si tratta di un sforzo organizzativo del dipartimento inusuale, a conferma della decisa volontà di questo assessorato e della giunta regionale di venire incontro alle esigenze economiche di categorie di lavoratori e di imprese che rappresentano l'ossatura dell'offerta turistica regionale e che dall'emergenza sanitaria hanno avuto danni rilevanti". "

Per richiedere il contributo si potrà inviare la domanda dal 30 maggio alle 15 del 13 giugno, esclusivamente in via telematica sulla piattaforma informatica dello sportello digitale della Regione Abruzzo (sportello.regione.abruzzo.it), che prevede l'accesso mediante Spid di secondo livello.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i nuovi bandi della Regione per i ristori covid ai B&b e agli operatori della montagna

IlPescara è in caricamento