Verì sul Vax Day: "È una giornata storica, ma la battaglia è ancora lunga"

L’assessore alla salute della Regione Abruzzo sottolinea quanto sia importante che adesso “tutti uniamo ancora una volta le forze: l’avvio delle vaccinazioni è infatti il punto di partenza di un percorso ancora complesso”

Nicoletta Verì

Nicoletta Verì interviene sul Vax Day definendolo "una giornata storica", ma ammonisce: "La battaglia è ancora lunga". L’assessore alla salute della Regione Abruzzo, infatti, sottolinea quanto sia importante che adesso “tutti uniamo ancora una volta le forze: l’avvio delle vaccinazioni è infatti il punto di partenza di un percorso ancora complesso”.

“L’anno che sta per concludersi – ha continuato l’assessore – ci ha visto impegnati su più fronti. Nonostante le difficoltà, però, voglio ribadire che l’Abruzzo ha retto all’urto e di questo risultato, non scontato, ho il dovere di ringraziare tutti gli operatori sanitari e i vertici del Dipartimento regionale sanità e delle singole Asl, che non si sono mai risparmiati e hanno lavorato senza sosta”.

E ora parte una nuova sfida: quella della più grande vaccinazione di massa degli ultimi decenni. “Uno sforzo enorme non solo sotto il profilo sanitario, ma anche sotto quello logistico – afferma l’assessore Verì – perché vanno organizzati i calendari, le chiamate e le somministrazioni, in un incastro di situazioni nel quale nulla può essere lasciato al caso”. 

È importante, ad esempio, "predisporre con precisione l’elenco di coloro che vanno vaccinati in una determinata data, compilandolo in modo da assicurare la non interruzione dei servizi ai cittadini. Possono sembrare aspetti secondari, ma non lo sono affatto, perché le vaccinazioni vanno portate avanti garantendo la prosecuzione di tutte le attività all’utenza. Ci stiamo preparando da mesi e sono certa, comunque, che tutto andrà per il meglio", conclude la Verì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza scomparsa da Montesilvano, l'appello per ritrovarla [FOTO]

  • L'annuncio del presidente Marsilio: "L'Abruzzo torna in zona arancione"

  • Coniugi di Rosciano in quarantena per il Covid escono per fare acquisti: fermati a Nocciano, scatta la denuncia

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

  • Nel nuovo dpcm per il Covid arriva la zona bianca: per l'Abruzzo serviranno meno di 650 contagi a settimana

  • Marta Citriniti, studentessa del liceo Galilei di Pescara, nella nazionale italiana di dibattito regolamentato (Debate)

Torna su
IlPescara è in caricamento