Politica

Masci sull'autovelox in via Di Sotto: "Le infrazioni si sono dimezzate"

Il primo cittadino precisa che il limite di 30 chilometri l’ora "c'è da 8 anni" e precisa: "Sono il primo a essere dispiaciuto perché dei cittadini sono stati raggiunti da sanzioni"

Il sindaco Carlo Masci interviene sulla questione dell’autovelox attivato in via di Sotto, nei pressi della scuola Virgilio, lamentando che “tocca assistere oggi all’ennesimo capitolo di una storia intrisa di verità nascoste. Riguardo all’interrogazione presentata questa mattina in consiglio comunale, vale la pena ricordare, a chi oggi abbaia alla luna, alcuni passaggi fondamentali, ma, soprattutto, è necessario che i cittadini si formino un’opinione su dati certi e non cadano, al contrario, nella rete bucata dell’arroganza politica”.

Sull’interrogazione presentata in consiglio comunale, Masci aggiunge: "Non è mio stile sfuggire al confronto, né si può affermare che applicare il regolamento, che mi concede cinque giorni per una replica esauriente a un’interrogazione, significhi non voler dare risposte. Come sindaco sono il primo a essere dispiaciuto perché dei cittadini sono stati raggiunti da sanzioni. Ma a questi cittadini io chiedo: da quanti anni è presente in via di Sotto quel limite di velocità a 30 chilometri l’ora? La risposta è nota a chi vive ai Colli di Pescara: 8 anni. Come è chiaro che non basta alzare i toni per nascondere un’azione di puro sciacallaggio".

Il primo cittadino ricorda che in quel tratto "abbiamo purtroppo dovuto registrare incidenti stradali anche mortali" e che "abbiamo ricevuto continue lamentele dei residenti e delle famiglie degli studenti  per i rischi legati alla viabilità. Sul punto voglio far sapere a tutti che, rispetto alla prima settimana di esercizio dell’impianto, le infrazioni si sono dimezzate, perché vi è stata una forte riduzione dei comportamenti pericolosi. Ma voglio anche precisare che l’installazione di quel sistema di rilevazione è il risultato di un confronto avuto dal Comune con Questura e Prefettura. Il resto riguarda le misure che adotteremo il prima possibile per rendere quell’arteria ancora più sicura e delle quali si avrà presto notizia. Se tutto ciò servirà a evitare l’investimento di un pedone o uno scontro tra automobili, avremo raggiunto un obiettivo di civiltà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Masci sull'autovelox in via Di Sotto: "Le infrazioni si sono dimezzate"

IlPescara è in caricamento