Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

All'Aurum il consiglio straordinario sulla Pineta dannunziana, Masci: "Un gruppo di lavoro affiancherà i tre esperti"

Il consiglio straordinario si è tenuto nel pomeriggio di oggi 14 settembre nel piazzale Michelucci dell'Aurum

Consiglio comunale straordinario all'Aurum per discutere del futuro della Pineta dannunziana dopo l'incendio dello scorso primo agosto. Un momento di confronto convocato dal presidente del consiglio Marcello Antonelli sull'ordine del giorno presentato dal M5s. Il sindaco Masci ha ricordato i momenti drammatici di quella giornata rivendicando ciò che è già stato fatto per tutelare e far rinascere la pineta, ovvero la messa in sicurezza di via della Bonifica e degli alberi, ma soprattutto la nomina di un pool di tre esperti nelle persone di Nevio Savini, Dario Febbo e Gianfranco Pirone

"Ho però deciso di coinvolgere - ha detto il sindaco – anche le migliori espressioni della nostra comunità, perché l’incendio della pineta non è un solo un danno ambientale ma per Pescara è anche una profonda ferita sociale e identitaria.

Per questo abbiamo creato un gruppo di lavoro che affiancherà il pool dei tre esperti e che riunisce il vicesindaco e assessore al verde e ai Parchi Gianni Santilli, il presidente della commissione ambiente, Ivo Petrelli, e un rappresentante delle opposizioni che dovrà essere indicato; ma ci saranno anche i rappresentanti di associazioni come Legambiente, Wwf e Ambiente e Vita, personalità come Pietro Di Bartolomeo, Piergiorgio Landini, Tino Di Sipio, Gianna Camplone  e Gianni Melilla. "

Saranno infine coinvolti due giovani che rappresenteranno le future generazioni alle quali sarà lasciata in eredità la riserva dannunziana, con giunta e consiglio che prenderanno decisioni solo sulla base di competenze specifiche e non per motivi politici. Il vicepresidentre della giunta regionale Emanuele Imprudente, presente al consiglio, ha garantito massima disponiblità da parte della Regione per il recupero delle aree danneggiate dal rogo.

Infine Masci e Antonelli hanno rassicurato: "La pineta esterà una riserva e non diverrà nulla di diverso"

Il sindaco ha, in conclusione dei lavori, chiesto di ritirare l’ordine del giorno, ritenendolo un‘istanza prematura a fronte dell’attività di confronto e di condivisione che dovrà essere svolta dal tavolo di lavoro prima di assumere qualsiasi determinazione. Il Movimento 5 stelle ha insistito sulle sue posizioni, ma l’assemblea poco dopo le 20, ha bocciato l’approvazione del documento (14 voti contrari e 9 a favore).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

All'Aurum il consiglio straordinario sulla Pineta dannunziana, Masci: "Un gruppo di lavoro affiancherà i tre esperti"

IlPescara è in caricamento