Politica

Aumento tariffe acqua Pescara: Acerbo attacca, Testa risponde

E' polemica fra Maurizio Acerbo, consigliere di Rifondazione Comunista, e il Presidente della Provincia Testa, in merito al presunto aumento delle tariffe dell'acqua nel pescarese che potrebbe scattare a giorni

E' polemica fra Maurizio Acerbo, consigliere di Rifondazione Comunista, e il Presidente della Provincia Testa, in merito al presunto aumento delle tariffe dell'acqua nel pescarese che potrebbe scattare a giorni.

RIFONDAZIONE Acerbo, questa mattina, ha fatto sapere che nel corso della riunione dell'Assi, l'assemblea che vede riuniti i sindaci e i rappresentanti delle istituzioni per stabilire le revisioni delle tariffe e gli investimenti sulla rete, che si sta tenendo in queste ore sarebbe già stato stabilito un aumento delle tariffe dell'acqua.

Acerbo ricorda come il referendum abbia stabilito invece che le tariffe debbano calare almeno del 7%, e parla di un documento presentato un anno fa che predeva lo stesso aumento, poi saltato in extremis. Per questo ha chiesto ai cittadini di protestare.

TESTA Il Presidente della Provincia Testa ha sottolineato come "“Il ruolo del presidente della Provincia di Pescara è esclusivamente quello di convocare e dirigere i lavori dell’assemblea dei sindaci (Assi) sulla revisione tariffaria e il programma degli investimenti per ciò che concerne la rete idrica: infatti il presidente non esprime alcun voto e la convocazione fa seguito ad una richiesta della Regione Abruzzo, non si tratta dunque di un’iniziativa autonoma”. Testa ha parlato di un organismo democratico in cui i singoli primi cittadini potranno esprimere il proprio voto, e riguardo all'attacco di Rifondazione ha ribadito che i ruoli e le responsabilità non vanno confusi per evitare pura demagogia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumento tariffe acqua Pescara: Acerbo attacca, Testa risponde

IlPescara è in caricamento