menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aule bunker scuola Borgomarino, marcia indietro della giunta: per l'opposizione è “un fiasco totale”

I consiglieri comunali di centrosinistra Stefania Catalano, Marinella Sclocco, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli attaccano l'amministrazione Masci

Sulla scuola Borgomarino l'opposizione parla di “fiasco totale” commentando la marcia indietro della giunta relativamente alla trasformazione della palestra dell'istituto in 4 "aule bunker" per i bambini delle elementari. Alla fine si è deciso che gli alunni andranno in nuove aule al primo piano. Queste le parole dell'assessore Gianni Santilli:

"Questa mattina, alla luce delle novità che ci sono state prospettate dai dirigenti del Comprensivo 8, abbiamo dato la nostra disponibilità a effettuare nuovi interventi al primo piano dell’istituto, dove dovremo limitarci ad abbattere alcuni tramezzi murari per allargare gli ambienti".

I consiglieri comunali di centrosinistra Stefania Catalano, Marinella Sclocco, Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti, Giovanni Di Iacovo e Mirko Frattarelli attaccano invece l'amministrazione Masci dopo questa novità:

“La vittoria è soprattutto dei genitori che non si sono fatti spaventare dagli atteggiamenti arroganti della giunta Masci di fronte alle loro legittime paure. Ora la marcia indietro arriva a pochi giorni dall’avvio dell’anno scolastico e bisognerà spendere altri soldi per adeguare la stessa scuola”.

Per il centrosinistra “bastava ascoltare un mese fa i dubbi, rilevatisi tutti fondati, dei genitori e di noi consiglieri, per evitare sprechi e perdite di tempo. Ora la giunta garantisca che le nuove aule saranno pronte per il 24 settembre e che le aule bunker non ospiteranno nessun bambino”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento