rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Politica Centro / Corso Vittorio Emanuele II

Insegna spaccata e sputi sulla vetrina: atti vandalici alla sede elettorale di D'Incecco

Sull’episodio ora indagano le forze dell’ordine, che già in mattinata hanno effettuato i propri rilievi. Il candidato della Lega al consiglio regionale: "Sono persone indegne e vigliacche, non ci faremo intimidire"

Il candidato al consiglio regionale per la Lega, Vincenzo D’Incecco, denuncia pubblicamente alcuni atti vandalici di cui questa notte è stata oggetto la sede del suo comitato elettorale, in corso Vittorio Emanuele.

I teppisti hanno spaccato parte dell’insegna, strappato gli adesivi e sputato sui simboli della Lega e sull’immagine del vicepremier Matteo Salvini.

Foto atti vandalici1-2

Sull’episodio ora indagano le forze dell’ordine, che già in mattinata hanno effettuato i propri rilievi.

“Sono persone indegne e vigliacche che hanno approfittato dell’oscurità per scaricare le proprie frustrazioni su una struttura in quel momento vuota, certi di farla franca – afferma D’Incecco – Quel che è certo è che se qualcuno pensava di intimidirci o di spaventarci, sappia che ha ampiamente fallito e mancato il proprio obiettivo. Episodi di intolleranza possono solo rafforzare la nostra azione e i nostri convincimenti. Il cammino verso la Regione Abruzzo dunque prosegue, con ancora più energia”.

Foto atti vandalici2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insegna spaccata e sputi sulla vetrina: atti vandalici alla sede elettorale di D'Incecco

IlPescara è in caricamento