menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assessori giunta Masci, prosegue il toto-nomine

Per ora sono poche le certezze e una riguarda la composizione della squadra di governo che sarà formata da 9 assessori di cui 5 uomini e 4 donne come previsto dallo Statuto per le quote rosa

Il weekend che inizia domani, sabato 1 giugno, sarà un momento di riflessione per la coalizione di centrodestra che ha portato alla vittoria di Carlo Masci, il nuovo sindaco di Pescara.
La prossima settimana poi, con la prima riunione ufficiale della maggioranza, i vari tasselli nella scelta della giunta comunale dovranno iniziare ad andare al loro posto. 

Per ora sono poche le certezze e una riguarda la composizione della squadra di governo che sarà formata da 9 assessori di cui 5 uomini e 4 donne come previsto dallo Statuto per le quote rosa.

Poi, ufficializzati i risultati del voto da parte della commissione elettorale che sta in questi giorni conteggiando tutti i voti di liste e singoli candidati, in consiglio comunale, per il centrodestra dovrebbero formarsi 3 gruppi: uno della Lega, uno di Fratelli d'Italia e un terzo misto composto dai consiglieri eletti di Forza Italia, Pescara Futura, Udc e Amare Pescara

Le nomine degli assessori e del presidente del consiglio comunale sarebbero suddivise in questo modo: 4 alla Lega, 4 o 5 a Forza Italia e liste civiche e 1 o 2 a Fratelli d'Italia. A prescindere da tutto, al momento, appaiono certi di un posto l'ex sindaco Luigi Albore Mascia (in seconda fila Eugenio Seccia) di Forza Italia, l'ex assessore Marcello Antonelli della Lega, Massimiliano Pignoli dell'Udc (questi due sarebbero in ballo per la presidenza del consiglio comunale insieme ad Alfredo Cremonese di Fratelli d'Italia, in ballo anche per il ruolo di vice sindaco nel caso non andasse a uno della Lega). Valutando il numero di voti presi, 831, Pignoli risulta tra i più votati e potrebbe avere di diritto un posto in giunta.

Sempre della Lega sono da considerare Gianni Santilli e Adelchi Sulpizio. Il nodo forse più complicato da sciogliere da Masci nel comporre la sua squadra sarà quello relativo alla scelta delle 4 donne: solo 3 quelle elette di cui sono della Lega, Maria Rita Carota e Maria Luigia Montopolino, oltre a Manuela Peschi di Forza Italia, tutte alla prima esperienza politica in Comune. Appare inevitabile la scelta di una tra Carota e Montopolino, mentre alla Peschi potrebbe essere preferita la più esperta Isabella Del Trecco che ha già ricoperto il ruolo di assessore ed è la prima dei non eletti di Forza Italia.
Stando così mancherebbe la quarta donna in giunta e per la quota rosa mancante sarebbero tre le strade da seguire: o verrebbero nominate entrambe le donne elette della Lega, o si andrebbe sull'accoppiata forzista Del Trecco-Peschi o si chiederebbe a Fratelli d'Italia di indicare una donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento