rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Assemblea Ato: il commento di Rifondazione Comunista

Pubblichiamo il comunicato ricevuto da Rifondazione Comunista in merito al mancato aumento delle tariffe dell'acqua nell'assemblea Ato di ieri

Fortunatamente per tutti i cittadini dell'ambito Chieti-Pescara ancora una volta i sindaci dell'Assemblea dell'ATO non sono riusciti a votare l'aumento delle tariffe.

L'animata confusione che ha regnato sovrana durante la seduta di oggi è evidentemente il frutto delle proteste e delle mobilitazioni delle ultime settimane. E' ormai chiaro che la pressione esercitata sui sindaci ha avuto effetto.

Il centrodestra ci è sembrato più interessato a discutere degli assetti del consiglio di amministrazione dell'ACA piuttosto che evitare l'aumento delle tariffe.

Ribadiamo che è indispensabile un'assunzione di responsabilità da parte dei sindaci affinché mettano mano ai conti dell'ACA.

Finalmente, a seguito anche dell'iniziativa del nostro compagno Riziero Zaccagnini, Sindaco di Tocco da Casauria, è stata convocata l'assemblea dell'ACA.

In quella sede si può scongiurare definitivamente l'aumento delle tariffe, deliberando un piano industriale che riduca i costi e che sia per la prima volta partecipato e condiviso da cittadini, associazioni e organizzazioni sindacali.

Inoltre la recente inchiesta sui "regali d'acqua" dovrebbe spingere i sindaci ad un profondo rinnovamento dei metodi di gestione di ACA SpA.



Il Segretario provinciale PRC

Corrado Di Sante


Il Consigliere regionale PRC


Maurizio Acerbo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea Ato: il commento di Rifondazione Comunista

IlPescara è in caricamento