rotate-mobile
Politica

Foschi denuncia la presenza di una "casbah" sulla riviera nord

Duro comunicato stampa del componente dell'associazione ‘Pescara Mi piace’: "Il sindaco Alessandrini ha inaugurato il 2018 ripristinando il mercatino etnico abusivo, ma non lo ha detto a nessuno"

“Il sindaco Alessandrini ha inaugurato il 2018 ripristinando il mercatino etnico abusivo, ma non lo ha detto a nessuno. La casbah è rinata direttamente sul marciapiede lato mare della riviera nord, completamente occupato nel tratto compreso tra piazza Primo Maggio e via Balilla, dove già ieri si contavano oltre una cinquantina di ambulanti abusivi, ciascuno a guardia della propria mercanzia regolarmente contraffatta stesa a terra, dinanzi ai potenziali clienti di passaggio, senza neanche l’ombra di un vigile urbano a contrastare il commercio”.

La denuncia è arrivata da Armando Foschi, membro dell’Associazione ‘Pescara Mi piace’, che nella mattina del primo gennaio, allertato dai cittadini, ha fotografato il mercatino abusivo in corso sulla riviera nord.

“Un’autentica vergogna per l’amministrazione comunale che, mentre pubblicizza presunti interventi di tutela del territorio con una presunta ‘squadra speciale’ di agenti, dall’altra consente che si perpetri una situazione di scandalosa illegalità senza muovere un dito – ha sottolineato Foschi – La passeggiata della riviera nord è stata sostituita da tappeti stesi a terra con sopra borse ‘Prada’ e ‘Gucci’ rigorosamente taroccate, e giacconi di marca contraffatta. E tutto questo è avvenuto alla luce del sole, senza alcun timore di essere sorpresi nel commercio abusivo o di vedersi sequestrare la merce stessa”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foschi denuncia la presenza di una "casbah" sulla riviera nord

IlPescara è in caricamento